Boggi (Lega): “A Santa Croce serve più sicurezza”

La candidata al consiglio regionale: "Necessario anche un maggiore sostegno alle imprese del conciario"

Nei giorni scorsi Ilaria Boggi, candidata al Consiglio regionale toscano per la Lega nella circoscrizione di Pisa, si è presentata ai cittadini di Santa Croce sull’Arno nel corso di una serata svoltasi alla Caffetteria Giannini.

Ilaria Boggi ha illustrato i motivi che l’hanno spinta a candidarsi (“dare una mano a cambiare la Toscana e farsi portavoce delle istanze di chi non ha la possibilità di parlare”), ha ripercorso le sue precedenti esperienze politiche (che risalgono al liceo e all’università e che oggi la portano ad essere capogruppo della Lega a San Giuliano Terme), ha rivendicato la sua indipendenza di giudizio, ha lamentato le difficoltà di accesso alla politica per i giovani (lei ha 26 anni) e per le donne (pur esprimendo contrarietà alle quote rosa).

Quanto al Comprensorio del Cuoio, Boggi ha individuato i problemi principali nella sicurezza: “E’ inconcepibile – ha detto – che a Santa Croce si arrivi ai colpi di pistola, e non capisco perché non vengano installate telecamere”. Altro problema secondo la candidata sarebbe nella “mancanza di adeguato sostegno da parte delle istituzioni, Regione in primis, alle aziende conciarie e calzaturiere, duramente provate dal lockdown e già oberate dagli ingenti costi sostenuti per la gestione degli impianti di depurazione”.

Infine, l’esponente leghista ha parlato del suo essere mamma e del rapporto con la figlia di due anni, a cui ha dedicato un libro, Cara Eleonora, la mamma ha un sogno, una raccolta di lettere che svariano dall’amicizia al volontariato, dall’importanza della squadra alla politica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.