Protezione internazionale, la scadenza dei bandi per l’accoglienza prorogata di un mese

C'è tempo fino al 20 ottobre

È stata prorogata al 20 ottobre la nuova scadenza per aderire alle procedure negoziate per l’affidamento dei servizi di accoglienza di cittadini richiedenti protezione internazionale. Il prefetto di Firenze ha spostato il termine di presentazione delle domande del 20 settembre di un mese al fine di consentire la partecipazione di un più ampio numero di operatori economici.

Al centro dei bandi c’è il potenziale fabbisogno complessivo dell’area metropolitana fiorentina che è stimato in 1400 posti, ripartito tra tre differenti tipologie di strutture: 50 posti nelle unità abitative, altri 50 nei centri collettivi con capacità ricettiva e altri 99 in centri collettivi.

Il periodo di affidamento è di un anno, con eventuale rinnovo per ulteriori 12 mesi, e il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa. I testi dei bandi e relativi allegati sono pubblicati sul sito web della Prefettura. I soggetti interessati potranno presentare la propria adesione, correttamente compilata e sottoscritta, utilizzando il modello già pubblicato online il 13 agosto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.