Doppi turni e pranzo in aula: riparte la mensa a Santa Maria a Monte

I bambini della scuola primaria dovranno portarsi una borraccia per il pranzo

Da lunedì 5 ottobre inizia il servizio della mensa nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie di Santa Maria a Monte. “Il servizio – spiega il sindaco Ilaria Parrella – è stato strutturato in questo anno scolastico 2020/2021 seguendo le disposizioni contenute nelle linee guida del Comitato tecnico scientifico istituito per l’emergenza coronavirus, dal Miur, dal Ministero della Salute e dalle indicazioni operative della Regione Toscana.

E’ stato un lavoro intenso e costante per arrivare a garantire la ripresa del servizio mensa già dal mese di ottobre, anche perché le ultime linee guida a livello regionale sono state emanate il 15 settembre”

Il servizio di refezione scolastica, continua la vicesindaco e assessore ai servizi scolastici Manuela Del Grande, ”ha subito una riorganizzazione profonda sulla base di queste norme, e grazie alla proficua e costante collaborazione con la dirigenza scolastica, sono state ricercate soluzioni organizzative adatte scuola per scuola, con l’obiettivo di continuare a garantire la stessa offerta, ma soprattutto la sicurezza dei bambini tramite l’attuazione di misure necessarie per la prevenzione del contagio durante la somministrazione e il consumo del pasto”.

Il nuovo protocollo del servizio prevede per i bambini dell’infanzia la doppia turnazione nel refettorio, mentre per le scuole primarie dove il refettorio è stato convertito in aula e dove i refettori non hanno spazi adeguati secondo la normativa, si pranzerà nelle aule. I pasti verranno tutti sporzionati dal personale addetto adeguatamente formato per adottare tutte le procedure finalizzare a ridurre il rischio di contagio. Le aule saranno sanificate secondo le procedure dettate dalla normativa.

Per la scuola primaria il bambino dovrà portare una borraccia da un litro o mezzo d’acqua, che sarà utilizzata al momento del pranzo, poiché non sarà possibile dotare i tavoli di caraffe di acqua condivise. Per i bambini della scuola dell’infanzia il personale addetto provvederà a somministrare loro l’acqua.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.