Scuola, da lunedì riparte il servizio mensa a Castelfranco di Sotto

Pasto consumato in classe o a turno nei refettori

Riparte il servizio della mensa nella maggior parte degli istituti scolastici di Castelfranco di Sotto e frazioni: il giorno da appuntare è lunedì 5 ottobre, fatta eccezione per la scuola primaria di Orentano e la scuola d’infanzia di piazza Garibaldi di Castelfranco dove ripartirà lunedì 12 ottobre a causa della momentanea mancanza di organico. Appena il numero dei docenti necessario alla gestione del servizio sarà completo, la mensa riprenderà anche per queste scuole.

Il servizio mensa sarà erogato esclusivamente ai bambini che hanno effettuato l’iscrizione per l’anno scolastico 2020/2021. Per tutelare la sicurezza della gestione del servizio, da quest’anno le domande di iscrizione alla mensa dovevano essere ripresentate da tutti gli utenti. Non sono più rinnovabili automaticamente di anno in anno, come in passato. Questo vale sia per il servizio mensa che per il servizio trasporto. Tali iscrizioni sono state aperte la prima volta nei mesi di giugno e luglio 2020, poi riaperte nuovamente per sollecitare la risposta e la partecipazione da parte dei genitori, fino al 29 settembre scorso.

“Da lunedì – ha dichiarato il sindaco Gabriele Toti – riparte la mensa in alcune scuole del nostro comune, per poi arrivare dalla settimana successiva a completare la copertura del servizio su tutti i plessi scolastici. Ci tengo a ribadire che la mensa sarà erogata solo a chi ha presentato o rinnovato la domanda d’iscrizione nei termini. Questo per tutelare la sicurezza di tutti i bambini soprattutto in un momento in cui la gestione dell’emergenza sanitaria impone regole rigide. Non possiamo rischiare di distribuire pasti a chi non ha specificato nell’iscrizione le proprie richieste, vale a dire intolleranze alimentari, allergie, patologie specifiche o particolari esigenze per motivi culturali o religiosi. Chiediamo la collaborazione dei genitori per evitare spiacevoli situazioni”.

Per coloro che non hanno ancora effettuato l’iscrizione, il portale è attualmente aperto ma occorrono due giorni lavorativi dall’iscrizione per l’attivazione del servizio. Lunedì 5 ottobre il servizio sarà quindi erogato solo a chi ha effettuato l’iscrizione entro il 29 settembre scorso. Per patologie specifiche, motivi religiosi o culturali è possibile chiedere variazioni al menù ordinario della mensa, usufruendo di diete speciali. In caso di dieta speciale per motivi di salute deve essere presentato anche il certificato medico che attesti esigenze alimentari differenziate.

Come gli anni precedenti, sono previste delle agevolazioni tariffarie sulla base dell’Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e del numero di figli iscritti al servizio. Per ricevere l’agevolazione, sarà necessario rilasciare l’autorizzazione all’amministrazione comunale (al momento dell’iscrizione) ad acquisire la certificazione ISEE direttamente da INPS.

Nel rispetto delle linee guida per il contenimento dei contagi da Covid-19, quest’anno il pasto sarà consumato dai bambini direttamente al proprio banco, salvo alcuni casi in cui sarà possibile utilizzare il refettorio in sicurezza, con una turnazione delle classi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.