Tim, in sette mesi fibra ottica in 129 comuni della Toscana: 14 in provincia di Pisa

Obiettivo: ridurre il divario digitale entro il 2021

Sono 129 i comuni della Toscana che in soli sette mesi hanno beneficiato degli interventi di copertura ultrabroadband di Tim per consentire a sempre più famiglie e imprese l’accesso ad internet veloce. E’ questo il risultato del forte impulso che l’azienda ha dato dall’inizio del lockdown ai propri programmi di cablaggio con tecnologia FTTC (Fiber to the home, fibra fino a casa) nella regione, con interventi concentrati soprattutto nelle cosiddette “aree bianche” del territorio. Nel dettaglio, i 129 comuni toscani sono 33 nella provincia di Firenze, 17 in quella di Arezzo, 12 Grosseto, 10 Livorno, 14 Lucca, 7 Massa Carrara, 14 Pisa, 7 Pistoia, 4 Prato e 11 nella provincia di Siena.

Un complesso di interventi che si inserisce in un più ampio programma riguardante oltre 2mila 700 comuni distributi sull’intero territorio nazionale. Prosegue in questo modo l’impegno di Tim per superare il digital divide (divario digitale) sul territorio regionale entro il 2021, estendendo a tutti la possibilità di lavorare e studiare a distanza, navigare ad alta velocità e usufruire di servizi di Tv e intrattenimento. Grazie a questa forte spinta infrastruttutale, sono ad oggi oltre 4mila 700 i comuni italiani in cui sono disponibili i servizi a banda ultralarga di Tim a beneficio di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni.

Tim continuerà anche nei prossimi mesi ad intensificare i propri programmi di cablaggio portando entro dicembre la fibra al 90 percento delle famiglie che utilizzano la rete fissa a livello nazionale per dare in questo modo una risposta concreta alle crescenti richieste di connettività che provengono prevalentemente dalle zone rurali o a bassa densità abitativa del Paese. In particolare, i comuni che verranno raggiunti entro l’anno saranno oltre 5mila, molti dei quali nelle “aree bianche” per abilitare alla vita digitale circa il 75 percento delle famiglie residenti in quelle zone e che utilizzano la rete fissa.

Per assicurare connessioni ultrabroadband nei comuni non ancora raggiunti dalla fibra, Tim conferma inoltre il proprio impegno anche grazie all’utilizzo della tecnologia FWA (Fixed Wireless Access), che utilizza un sistema ibrido di collegamenti via cavo e senza filo per offrire servizi di connettività in banda ultralarga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.