Coronavirus, riaperto il reparto covid a Empoli

E' un uomo di 41 anni il primo paziente

E’ un uomo di 41 anni il primo paziente del reparto covid dell’ospedale San Giuseppe di Empoli. Il primo, oggi 10 ottobre, dopo la necessaria riapertura dei posti letti dedicati. Eccola, la seconda ondata, quella prevista da molti e derisa dagli altri, che inevitabilmente torna a fare vittime, complici le temperature più basse, i luoghi al chiuso frequentati più di quelli all’aperto, le difese immunitarie più deboli impegnate e difendere il corpo dai malanni di stagione.

Fino a ieri, i pazienti covid lasciavano il San Giuseppe per Firenze, da oggi, il reparto covid è tornato ad aprire le sue porte. Per quanti e per quanto lo definiranno in gran parte i nostri comportamenti che, scettici o no, devono essere responsabili verso gli altri, se proprio non ci teniamo a noi stessi.

Se la sospensione del reparto era stata salutata con una bella festa (qui) annunciare la riapertura è un colpo al cuore: lo ha fatto il dottor David Coletta, per precisare che il covid non è una fantasia, ma una terribile realtà.

(Notizia in aggiornamento)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.