Niente Terre di Pisa nel 2020: la nona edizione rinviata al 2021

La Camera di Commercio: “La convivialità era il punto di forza”

Non è soltanto perché l’ultimo decreto emanato dal governo pone delle condizioni molto stringenti per le manifestazioni pubbliche. È anche perché Terre di Pisa con il suo festival dedicato al vino e al cibo faceva della convivialità il suo punto di forza. E così i dubbi sull’opportunità di svolgere o meno l’evento hanno fatto prevalere la linea del no.

La Camera di Commercio di Pisa con l’amministrazione comunale e le associazioni imprenditoriali hanno deciso di rinviare la nona edizione dell’evento dedicato alla cultura del cibo e del bere di qualità all’anno prossimo.

La scelta è legata agli ultimi sviluppi sulla diffusione del Coronavirus ed è stata presa anche a tutela dei visitatori, espositori, lavoratori e delle aziende coinvolte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.