Montaione annulla la TartuFesta, gli organizzatori: “Ci abbiamo sperato fino all’ultimo”

Il vicesindaco Belcari: “La 30esima edizione sarà quella del rilancio”.

C’è molto rammarico, ma la decisione è sembrata inevitabile: la 29esima edizione di TartuFesta è stata annullata. Guardando la curva dei contagi in quest’ultima settimana e provando a proiettarla a domenica prossima, non è difficile comprendere la decisione presa dall’amministrazione comunale di Montaione e dal Centro commerciale naturale BorgoAlto, organizzatore dell’evento.

“Abbiamo sperato fino all’ultimo – ha detto – Marianna Lenzi, presidente di BorgoAlto -, ma la situazione ha preso una piega tale per cui è diventato impossibile continuare il percorso che avevamo intrapreso ormai da mesi. Un percorso nuovo che ha visto il coinvolgimento totale della nostra associazione con il supporto continuo dell’amministrazione. Un’esperienza importante che ci ha portato a disegnare una TartuFesta all’insegna della prevenzione e proprio per questo avevamo deciso di eliminare tutti gli eventi che potevano causare assembramenti. Era stato studiato un percorso pedonale a senso unico che evitasse gli incroci e potesse consentire ai visitatori di fruire di TartuFesta in modo fortemente più sicuro. Avevamo conquistato spazi nuovi e coinvolto i cittadini che hanno risposto in modo inaspettato. Poi gli ultimi giorni e i contagi che continuano a salire in ambito regionale e locale ci hanno imposto uno stop e a malincuore siamo arrivati alla decisione di annullare l’evento”.

Ma non tutto è annullato: fino a domenica 25 ottobre sarà possibile gustare “il Tartufo nel Piatto”, iniziativa vede coinvolte le attività di ristorazione di Montaione che in questa settimana realizzeranno un menu che ha come protagonista il tartufo.

“TartuFesta – ha spiegato Luca Belcari, vicesindaco di Montaione -, si sta avvicinando alla 30esima edizione, è un evento radicato che mette in mostra le eccellenze enogastronomiche ma anche il patrimonio naturalistico di Montaione. Ricopre un ruolo sempre più importante nella promozione del nostro territorio e proprio per questo l’organizzazione di questa edizione ha visto coinvolta una delle associazioni più impegnate nella promozione, il Ccn BorgoAlto, che voglio ringraziare per l’impegno e la professionalità con cui hanno lavorato alla costruzione di questa edizione. Voglio ringraziare anche le altre associazioni che si sono rese disponibili per concretizzare un progetto che fino a pochi giorni fa ci sembrava possibile e pieno di attenzioni ai temi della sicurezza sanitaria. Ora non ci resta altro che far tesoro di questo percorso e di iniziare fin da subito a immaginare la 30esima edizione che dovrà essere quella del rilancio di TartuFesta che dovrà tornare ad essere quell’importante vetrina del nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.