Un passaggio per la piccola Greta, serve un mezzo di trasporto foto

La solidarietà di Insieme per sognare: “Speriamo di farle questo regalo”

“Un passaggio per Greta”, è questa la causale per chi vuol partecipare alla raccolta fondi. E non poteva essere più azzeccata: l’obiettivo, infatti, è quello di acquistare un mezzo di trasporto per Greta, una bambina di San Romano di Montopoli in Valdarno affetta da paralisi celebrale infantile, in modo tale da permettere alla famiglia di viaggiare in tutta sicurezza. Per chi vuole partecipare con un bonifico l’iban è IT95Y0623071120000035847628 intestato a Nesti Greta oppure si può donare tramite paypal a sabrinatuosto@hotmail.it.

La storia di Greta

Era il 16 febbraio del 2014 quando all’ospedale Lotti di Pontedera nasceva una bambina di nome Greta. Questa bambina ha avuto un grave problema in fase di travaglio chiamato asfissia ipossicoischemica e dopo tutti gli accertamenti del caso la famiglia ha scoperto che Greta soffre di una paralisi celebrale infantile. Questa condizione crea alla piccola, che oggi ha 6 anni, crisi spastiche, non può parlare, non può camminare da sola ed ha una semiparalisi dalla parte sinistra del corpo e la bimba ovviamente è costretta su di una carrozzina.

Così sono intervenuti i ragazzi di Insieme per sognare, Giacomo di Sacco e Fabio Grasci Puccini, che da tempo portano avanti progetti di beneficenza contando esclusivamente sulle forze dei donatori. Stavolta però la pandemia rende tutto più difficile: “Non si possono fare eventi – ha spiegato Di Sacco – come partite e cene quindi dobbiamo cercare di diffondere il più possibile il messaggio”. Per questo nei negozi della zona che si metteranno a disposizione ci sarà un angolino per la raccolta fondi e la spiegazione della storia di Greta. L’obiettivo da raggiungere è 30mila euro, cioè il costo medio per un mezzo di trasporto adibito per disabili e che possa far spostare Greta con la sua famiglia.

“Il nostro obiettivo – ha detto Di Sacco – è di poterle fare questo regalo, ma per riuscirci abbiamo bisogno di tutti. Contiamo sulle donazioni spontanee e su aste di maglie che a breve partiranno, ma ci saranno anche altre iniziative sempre nel rispetto delle norme anti-Covid”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.