Raccolta tartufi in zona rossa, Battini: “Siamo in attesa di un’ordinanza”

L'invito del presidente dell'Associazione tartufai delle colline samminiatesi è di restare a casa

Passare dall’essere zona arancione a rossa non è stato di certo facile per la Toscana. E sono molte le cose ancora da definire con chiarezza. Una è la raccolta dei tartufi. Se, infatti, la Regione ancora in zona arancione aveva definito attività professionale anche quella svolta da chi è in regola con il pagamento del modello F24 che consente la vendita di tartufi fino a una certa cifra, è ancora da precisare se questo valga anche per l’aggravamento della misura.

All’indomani del Decreto che “ha cambiato colore” alla Regione, era stata anche l’assessore all’agricoltura Stefania Saccardi a ribadire che l’attività di raccolta di tartufi è ancora consentita per chi svolge attività professionale. La cautela, però, è d’obbligo, perché non sempre l’interpretazione di chi è addetto ai controlli è univoca: al momento, per certo, l’attività professionale è quella di chi ha partiva Iva, qualche decina di tartufai in tutta Italia, quindi. Ed è esclusa agli hobbisti, invitati a restare a casa, come tutta la popolazione, salvo per motivi di lavoro, salute o grave necessità.

Chi ha adempiuto al pagamento del modello F24 si trova in pratica in una specie di limbo, nel quale uscire con il cane a cavare rischia di essere pericoloso. Sembra essere una questione di tempo, precisa il presidente dell’Associazione tartufai delle colline samminiatesi Renato Battini: “Ci aspettiamo che tra oggi e domani la situazione possa essere chiarita, con una ordinanza regionale che ricalchi quella emanata in zona arancione e che, quindi, consideri attività professionale anche quella svolta da chi non ha partita Iva ma F24 si. Al momento, però, questa precisazione manca e io nel dubbio sconsiglio ai tartufai di uscire”. Neppure per raggiungere le tartufaie gestite dall’associazione, a volte distanti qualche Comune, attraversando i quali non è difficile trovare controlli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.