L’appello degli psicologi ai dirigenti scolastici: “Attivate gli sportelli di sostegno”

Lo prevede il protocollo firmato dall’ordine professionale con il ministero dell’istruzione

“Nella situazione di grande stravolgimento che tutti stiamo vivendo esortiamo i dirigenti scolastici ad attivare prima possibile gli sportelli psicologici a sostegno dei bisogni e delle criticità di ogni bambino, di ogni adolescente e di ogni famiglia in linea con quanto deciso dal protocollo di intesa siglato il 6 agosto scorso tra Ministero dell’Istruzione e Consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi. Abbiamo a cuore la crescita ed il benessere dei piccoli e dei giovani, tutti noi dobbiamo fare la nostra parte”. A lanciare l’appello alle scuole toscane, Maria Antonietta Gulino, presidente dell’ordine degli psicologi della Toscana in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, nella ricorrenza dell’approvazione della Convenzione Onu sui diritti dei bambini e degli adolescenti in programma oggi, 20 novembre.

“Mai come in questo momento – spiega Gulino – bambini, ragazzi e famiglie hanno vissuto e continuano a vivere mesi di estrema fragilità e di instabilità, che ha ricadute di natura psicologica, sociale e relazionale. Si tratta della fascia di popolazione a cui per prima abbiamo chiesto più sacrifici durante questa difficile emergenza. La scuola ha dovuto stravolgere i metodi di insegnamento e si è trovata a distanziare i nostri ragazzi, a cambiare le loro consuetudini, i loro ritmi di vita, il loro metodo di studio, i loro necessari scambi relazionali, complicando la vita delle loro famiglie e togliendo colore al loro futuro”.

E proprio oggi l’ordine degli psicologi della Toscana, recependo l’iniziativa lanciata a livello nazionale del consiglio nazione dell’ordine, promuove questa giornata insieme ad Anci e ai comuni toscani che hanno aderito, invitando gli enti ad illuminare di verde, nel suo simbolico significato di vitalità e rinnovamento, alcuni dei siti più significativi presenti sui loro territori. “Vogliamo mandare un messaggio di speranza alla cittadinanza in questo periodo di grande emergenza – conclude Gulino – La Toscana insieme per i diritti di infanzia e adolescenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.