“Un libro unisce sempre”, torna la campagna #ioleggoperché

Sarà possible anche donare un libro alle scuole

Seppur lontani e a distanza, il comune di Fucecchio accoglie anche quest’anno la sfida educativa lanciata dalla campagna #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura organizzata dall’Associazione Italiana Editori.

Lo scorso anno piazza Montanelli fu invasa da studenti di tutte le età che, suddivisi in gruppi di lettura, trascorsero un pomeriggio insieme all’insegna di racconti e favole lette ad alta voce, durante il quale fu realizzato un video che partecipò al Contest 2019 di #ioleggoperchè.

Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, tutto questo non è stato possibile ma l’amministrazione comunale continua a sostenere anche a distanza campagne e progetti legati alla promozione della lettura e all’importanza della cultura. Anche quest’anno infatti, dal 21 al 29 novembre, sarà riproposta l’iniziativa nazionale “Doniamo un libro alle scuole”, spinta dal messaggio “Un libro unisce sempre”. Fino al 29 novembre, dunque, chiunque potrà donare un libro ad una scuola, scegliendo un titolo tra quelli suggeriti dagli istituti o semplicemente in base alle proprie preferenze. Sul sito https://www.ioleggoperche.it/ sarà possibile donare anche a distanza: è attivo, infatti, un portale che permette di selezionare la libreria a cui donare i libri (https://www.ioleggoperche.it/dona-a-distanza). Per il comune di Fucecchio partecipa all’iniziativa la libreria Blume.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.