Le Natività fanno rete: nasce in Toscana l’associazione nazionale Città dei Presepi

I comuni fondatori a cavallo tra le province di Pisa e Firenze

Nasce in Toscana per aprirsi all’Italia l’associazione nazionale Città dei Presepi che si pone l’obiettivo di promuovere e coordinare una rete nella penisola che metta insieme città, paesi, associazioni (pubbliche e private), per valorizzare le opere presepiali e unire le comunità.

Mantenendo e valorizzando le tradizioni, l’Associazione, come spiega la presidente Simona Rossetti, sindaco di Cerreto Guidi, cittadina dove ha sede il sodalizio e dove si trova il presepe all’uncinetto più grande d’Italia, ha degli “obiettivi che muovono naturalmente dalla cultura del presepe e dal messaggio di pace che porta con sé”.

Maturata all’interno dell’esperienza di Terre di Presepi (la rete presepiale più lunga d’Italia con più di cento realtà collegate tra loro), i nove comuni costituenti sono Cerreto Guidi, Palaia, Pontedera, Casciana Terme-Lari, Signa, Castelfiorentino, San Giovanni Valdarno, Pieve Fosciana, Montaione, e insieme ad alcune associazioni come L’Officina delle arti di Pescia, La Cometa di Casciana Terme, Gemino di San Miniato, Movimento Shalom, pro loco e Ccn di Cerreto Guidi, si impegna alla promozione del turismo attraverso i presepi creando un modello per uno sviluppo sostenibile e un’economia che rilanci le comunità e i territori. In collaborazione con altri enti, l’intento è quello di favorire i flussi turistici legati ai presepi e con essi sviluppare il patrimonio culturale dei territori, valorizzando le tipicità, l’accoglienza e l’enogastronomia. Per informazioni e per aderire contattare associazionecittadeipresepi@gmail.com.

“Come primo atto, insieme a Terre di Presepi – spiega il coordinatore Fabrizio Mandorlini – è stato promosso un manifesto pubblico per valorizzare la tradizione italiana del presepe in famiglia. L’iniziativa vede il patrocinio del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione attraverso la mostra ‘100 Presepi in Vaticano’, la Federazione Italiana Settimanali Cattolici, la fondazione Symbola, l’Unione Cattolica Artisti Italiani, la Coldiretti, la federazione italiana dei Pueri Cantores, Greenaccord onlus, il settimanale Toscana Oggi, insieme a diocesi, parrocchie, associazioni e amministrazioni comunali con il patrocinio della regione Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.