Quantcast

Scuola in presenza e bus, “dettate le linee di una azione comune”

Presieduto dal prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo, si è riunito oggi 10 dicembre il tavolo di coordinamento previsto dal Decreto del 3 dicembre 2020 per assicurare il raccordo tra la riattivazione della didattica in presenza per il 75% della popolazione studentesca delle scuole superiori dal 7 gennaio e le capacità del sistema dei servizi di trasporto pubblico locale, limitate al 50% della portata dei mezzi.

Alla riunione hanno partecipato il presidente della provincia Massimiliano Angori, l’assessore alle politiche educative e scolastiche del comune di Pisa Sandra Munno, i dirigenti dell’ufficio scolastico provinciale Fabio Pagliazzi e della motorizzazione civile Sabrina Giannulli, assieme al rappresentate della Ctt Nord.

Nel corso dell’incontro è stato diramato il documento tecnico elaborato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il relativo modello di scheda riepilogativa delle informazioni utili da acquisire dai vari plessi scolastici. Ai fini della elaborazione di un documento operativo, il Prefetto ha chiesto a tutte le componenti del tavolo di avviare, nell’immediatezza, la raccolta dei dati di frequentazione della rete di trasporto nonché sui servizi attualmente programmati e i mezzi disponibili. Previa definizione della domanda addizionale conseguente alla ripresa “in presenza” delle lezioni nelle scuole secondarie di secondo grado, verranno definite soluzioni concrete e fattibili.

Il tavolo di coordinamento ha aggiornato i suoi lavori a martedì. “La riunione – ha detto il prefetto Castaldo – ha consentito di dettare le linee di una azione in comune. Ringrazio tutti gli attori del tavolo per il contributo offerto nell’individuare e programmare soluzioni che garantiscano un rientro a scuola in sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.