Formazione, il Marconi è anche liceo artistico: nuovo indirizzo audiovisivo multimediale foto

Della Marca: "La comunicazione passa sempre di più attraverso i canali del digitale e serve essere preparati a supportare le realtà economiche della zona"

E’ il primo percorso del genere in Valdarno e Valdera. Sintomo della capacità del liceo Marconi di San Miniato di guardare avanti, fornendo competenze che sono quelle del futuro. Accolta la richiesta, il liceo si arricchisce di un nuovo percorso, quello di liceo artistico con indirizzo audiovisivo multimediale. Una richiesta “facile” da autorizzare, quella del liceo con sede a La Scala, in considerazione del fatto che, dai dati forniti dall’Osservatorio Regionale Educazione e Istruzione, risulta un notevole numero di studenti residenti nei comuni del Valdarno Inferiore che si iscrivono a licei artistici di altri territori.

“Già da qualche anno – spiega la direzione -, il Marconi ha avviato, attraverso attività progettuali pomeridiane che hanno suscitato molto interesse tra gli studenti, corsi di fotografia e di studio e lettura dell’immagine fotografica. Daniele Alamia, docente di disegno e storia dell’arte, ha seguito e curato la realizzazione di queste proposte, che sono state occasione di arricchimento per la formazione degli studenti e sono state attuate con un impegno notevole da parte dell’istituto, che si è dotato di attrezzature idonee, predisponendo spazi da adibire a laboratori multimediali”.

La nuova offerta formativa va ad affiancarsi ai quattro indirizzi già attivi: Scientifico, Scientifico opzione Scienze applicate, Linguistico e liceo delle scienze umane opzione economico sociale.

“In una zona come quella del comune di San Miniato e dei comuni limitrofi – spiega orgoglioso della novità il dirigente scolastico Gennaro Della Marca -, sede di un distretto industriale importante e ricca di attività legate allo sviluppo di un territorio a forte vocazione turistica, l’istituzione di un percorso di studi finalizzato all’acquisizione di competenze comunicative in ambito audiovisivo multimediale è molto promettente. Accanto alla possibilità di proseguire gli studi a livello universitario, infatti, i ragazzi che vorranno intraprendere questa strada potranno trovare interessanti opportunità di realizzazione professionale sia nelle aziende del territorio, sia nelle attività legate alla ristorazione, alla promozione del turismo, alla valorizzazione del patrimonio artistico e paesaggistico.

In un momento storico come quello attuale, in cui la comunicazione passa sempre di più attraverso i canali del digitale, essere preparati a supportare le realtà economiche della nostra zona facendole conoscere in modo efficace e con gli strumenti più adeguati e moderni può essere, per in ragazzi, una prospettiva stimolante ed interessante per il proprio futuro”.

Sabato 19 Dicembre, dalle 15 alle 19, la scuola si aprirà per il secondo open day, offrendo la possibilità di un tour virtuale guidato al quale è già possibile prenotarsi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.