Palio di Fucecchio, slitta l’edizione 2021: si decide a gennaio

L'obiettivo è di non sovrapporsi alle altre iniziative del genere

Non si correrà, come da tradizione, la penultima domenica di maggio. Il Palio di Fucecchio 2021, a causa del protrarsi della pandemia da coronavirus, è stato posticipato. Questa la decisione presa nell’assemblea di ieri sera 18 dicembre, presieduta dal sindaco e composta dai presidenti delle 12 contrade e dal CdA e condivisa dai 12 capitani.

Dopo l’annullamento dell’edizione di quest’anno, anche la prossima quindi risentirà degli effetti della pandemia. Al momento, però, si tratta soltanto di un rinvio. L’assemblea è già al lavoro per individuare le date alternative. Si stanno valutando possibili opzioni nella prima metà di luglio e tra fine settembre e inizio ottobre. Ma per avere l’ufficializzazione occorrerà aspettare i primi mesi del prossimo anno.

La volontà e la speranza di tutte le contrade è quella di correre il Palio nel 2021 “ma ovviamente – spiegano – di farlo in condizioni di sicurezza e senza snaturare le tradizioni e le peculiarità della principale manifestazione fucecchiese. Nonostante questi slittamenti, i tavoli di lavoro che stanno portando avanti il progetto dei Palii d’Italia, di cui Fucecchio si sta facendo promotore, stanno operando affinché ci sia il minor numero di sovrapposizioni di palii per quanto possibile in un anno ancora molto incerto a causa dell’emergenza sanitaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.