Quantcast

Turismo, lo Iat di Montopoli Valdarno affidato alla pro loco

"Creeremo un laboratorio di promozione che mancava al nostro Comune"

Il comune di Montopoli Valdarno, in conformità alle linee guida della Regione Toscana sugli uffici di informazione e accoglienza turistica, ha deciso di affidare questo servizio per il prossimo anno alla pro loco. Un passaggio ulteriore rispetto alla convenzione attualmente in vigore che renderà ancora più organica la sinergia tra l’amministrazione comunale e la pro loco stessa, per realizzare iniziative volte a favorire la conoscenza, la tutela e la valorizzazione delle risorse turistiche del territorio.

“La preziosa collaborazione – spiega il sindaco Giovanni Capecchi – che c’è stata sino a questo momento evolverà in un vero e proprio coordinamento istituzionale a livello comunale si tratta di un passaggio necessario e voluto da parte dell’amministrazione, che in questo modo consolida e rafforza il servizio di informazione e di accoglienza turistica, in attuazione di un piano integrato per la promozione del territorio comunale”.

Nei prossimi mesi, inoltre, la pro loco avrà a disposizione nuovi locali. “Attualmente, l’associazione si trova stanziata nei locali al pian terreno nei pressi della torre di San Matteo. Non appena saranno ultimati i lavori di ristrutturazione, però, ci sarà il trasferimento al primo piano del palazzo dell’antica cancelleria in piazza Michele a Montopoli, che sarà completamente destinato alle attività di promozione e informazione dello Iat, ora affidato alla pro loco”.

Il nuovo assetto è accolto favorevolmente anche da Cristina Scali, assessora al turismo e alla cultura e da Valerio Martinelli, assessore alla promozione e sviluppo del territorio, con i quali, dal 2021, la pro loco lavorerà fianco a fianco. “Finalmente – dicono – è stato raggiunto questo importante traguardo, creeremo un laboratorio di promozione che mancava al nostro Comune. Saranno organizzate iniziative per attrarre persone non solo a Montopoli, ma anche su tutto il resto del territorio: il servizio, infatti, opererà a trecentosessanta gradi, attraverso una struttura che terrà insieme tanto il turismo, quanto la promozione culturale e delle bellezze del territorio”.

“Sono felice – aggiunge la presidentessa della pro loco Virginia Duccini – di dare inizio al mio mandato ufficiale gestendo un incarico importante che permetterà al mio Comune e al mio paese di farsi conoscere al di là dei confini comunali. Il nostro impegno sarà caratterizzato dalla grande passione che abbiamo per le bellezze del nostro territorio: la pro loco è pronta a collaborare con l’amministrazione comunale per questo obiettivo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.