Shalom si trasferisce a palazzo Buonaparte, lo ospita Crédit Agricole

Banca e Fondazione sostengono anche così il progetto Atelier per i giovani

Crédit Agricole Italia ha concesso in comodato gratuito i locali al primo piano dello storico edificio di palazzo Buonaparte al Movimento Shalom, che vi trasferirà la sede e allestirà idonei spazi per accogliere i quasi 70 ragazzi iscritti al progetto Atelier, ideato dalla onlus Movimento Shalom e sostenuto da Crédit Agricole Italia in sinergia con la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato per le famiglie del territorio nell’educazione dei loro ragazzi, offrendo un servizio complementare alle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e secondaria di I grado e mettendo a disposizione dei partecipanti, in base alle loro attitudini ed età, sostegno scolastico, attività ludiche, laboratori multidisciplinari.

Ad oggi, la partecipazione alle attività proposte dal progetto Atelier si attesta su una 30ina di ragazzi al giorno: un importante sostegno alle famiglie del territorio, che il Movimento Shalom coinvolge attivamente anche con incontri tematici dedicati.

“La formazione dei giovani – per Massimo Cerbai, responsabile della direzione regionale toscana di Crédit Agricole Italia – e il sostegno alle famiglie è di particolare rilevanza per Crédit Agricole Italia, impegnata a valorizzare le iniziative e le progettualità etico-sociali maggiormente significative per il territorio. Contribuire all’educazione e alla formazione delle nuove generazioni è un impegno non più procrastinabile, al quale tutta la società civile deve tendere fattivamente se si vogliono creare i presupposti per un reale avanzamento sociale e economico del nostro Paese”.

“Sono grata a Crédit Agricole Italia – ha detto Gabriella Messerini, responsabile del progetto Atelier Shalom – e in particolare al responsabile Cerbai per essersi speso affinché la nostra richiesta di locali adeguati per il proseguimento e lo sviluppo del progetto Atelier fosse accolta. Grazie per la generosità, l’attenzione al sociale, la disponibilità ad aggiungere valore al nostro operare in sostegno alle famiglie del territorio”.

“A Crédit Agricole Italia – aggiunge don Andrea Pio Cristiani fondatore di Shalom – va tutta la gratitudine del Movimento Shalom che stabilisce nello storico palazzo di piazza Bonaparte la sua sede centrale e le sue attività di servizio rivolte all’educazione dei minori. Una scelta sostenuta con convinzione dalla direzione regionale toscana nel segno della continuità e dell’attenzione al territorio. Auspico che l’insediamento di Shalom nella sua nuova dimora contribuisca alla diffusione dei principi dell’umana solidarietà e al progresso dei popoli di cui anche questa grande banca è attiva protagonista”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.