Il vescovo ha benedetto il presepe di Ponte a Egola e ne ha ricevuto uno in cuoio foto

Il dono dei volontari dell’associazione Territorio in comune

Ieri mercoledì 23 dicembre il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca ha visitato il presepe in piazza Spalletti Stellato a Ponte a Egola. La natività grande quanto il giardino, per il secondo anno consecutivo, ha arricchito e illuminato la frazione con l’immagine del massimo simbolo del Natale (qui).

Un presepe particolare per dimensioni e per il materiale utilizzato: legno ecocompatibile. Il vescovo ha apprezzato l’opera frutto di un lungo lavoro svolto dai volontari dell’associazione Territorio in comune con l’aiuto di artigiani della frazione. A tutti i presenti, don Andrea ha rivolto un pensiero di ringraziamento e un caloroso saluto. I membri dell’associazione hanno ricambiato l’attenzione dimostrata con l’omaggio di un presepio in miniatura prodotto con il materiale simbolo di Ponte a Egola, il cuoio.

Con il medesimo materiale di legno con il quale è stato costruito il presepe, l’associazione Territorio in comune ha preparato centinaia di alberelli di Natale che ha distribuito gratuitamente a tutti gli esercizi commerciali della frazione. Agli esercenti sono stati donati anche numerosi gadget, anche questi in legno, da distribuire a coloro che acquistano nei negozi della frazione. Anche ai più piccoli dell’istituto comprensivo Buonarroti l’associazione ha donato numerosi gadget in legno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.