Fucecchio, passi avanti verso il nuovo regolamento della consulta del volontariato

L'obiettivo è una sempre maggiore sinergia con il terzo settore

Nonostante l’emergenza sanitaria e le difficoltà contingenti di questo particolare momento storico, l’amministrazione comunale di Fucecchio sta proseguendo il percorso che porterà ad aggiornare il regolamento della Consulta del volontariato e quello per l’erogazione dei contributi, come deliberato dal Consiglio comunale in sede di approvazione della risoluzione recentemente presentata dai gruppi consiliari Partito Democratico e Orgoglio Fucecchiese.

Una decisione volta a dare piena attuazione al principio di sussidiarietà orizzontale, ovvero il principio per il quale alla cura dei bisogni collettivi e alle attività di interesse generale provvedono direttamente i privati cittadini, sia come singoli che come associati, mentre i pubblici poteri intervengono in funzione ‘sussidiaria’, ovvero in sede di programmazione e di controllo.

“In linea con quanto già implicitamente contenuto nello Statuto comunale – spiega l’assessore alle politiche sociali Emiliano Lazzeretti – la volontà è quella di rivedere e aggiornare in una logica di massima trasparenza i procedimenti amministrativi relativi alla concessione di contributi, sovvenzioni, sussidi e benefici economici, anche valorizzando le verifiche imposte dalla normativa vigente in materia di antiriciclaggio. Il restyling delle norme che regolano le forme di collaborazione col mondo dell’associazionismo e la concessione di benefici economici, infatti, porterà ad un maggiore coinvolgimento di tutte le forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione, e ad una migliore strutturazione dei relativi processi interni sovrintesi dagli uffici. Di questa azione – conclude – se ne darà evidenza anche in sede di aggiornamento del documento unico di programmazione e del piano anticorruzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.