Il Covid colpisce anche la Lotteria Italia: calo del 30% nella vendita dei biglietti

Per quanto riguarda i giochi, con la chiusura di sale bingo e sale scommesse, nel 2020 bruciati 5 miliardi di euro

Più informazioni su

Il Covid 19, con la crisi economica, colpisce anche la Lotteria Italia. Solo 4 milioni e 700mila i biglietti venduti per l’edizione 2020, con un incasso di 23 milioni e mezzo di euro. Il calo, rispetto allo scorso anno, è del 30%

I dati sono forniti dall’agenzia Agipronews, e si tratterebbe di un crollo storico che non si regitrava da 40 anni, e dovuto alla pandemia, alle restrizioni e alle limitazioni negli spostamenti. Secondo gli esperti, i provvedimenti del governo, hanno condizionato l’acquisto dei biglietti della Lotteria Italia negli autogrill, nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti, luoghi, questi, dove, come da tradizione, vengono maggiormente venduti. Oltre ovviamente alle tabaccherie.  Positivi, invece, i dati delle vendite dei biglietti on line, ma non sufficienti a coprire le perdite.

Nel 2019 i biglietti venduti erano stati 6 milioni e 700mila, con un incasso di 34 milioni.

Il 6 gennaio, durante la trasmissione Rai i Soliti ignoti, saranno annunciati i biglietti vincenti i premi di prima categoria, di cui il primo da 5 milioni di euro.

Anche per quanto riguarda i giochi nel 2020 bruciati 5 miliardi di euro, secondo i dati di Agimeg.  L’emergenza Covid ha infatti chiuso per 5 messi e mezzo le sale bingo e le sale scommesse. Secondo le stime dei concessionari, raccolte dall’agenzia specializzata, il settore, nel 2020, perderà circa il 25% degli incassi:  raccolta stimata in 80/82 miliardi di euro rispetto ai 110 miliardi del 2019. Il gioco online è invece aumentato del 40%. Le ripercussioni previste in termini di gettito erariale sono di un calo di circa 4 milardi e mezzo/5 miliardi di euro.  Se nel 2019 finirono nelle casse dello Stato 11 miliardi e mezzo di euro, nel 2020 se ne prevedono tra i 6 e mezzo e 7.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.