Covid, 52 ecografi portatili per l’Ausl Centro

Saranno in dotazione alle unità speciali di continuità assistenziale

È stata potenziata la dotazione tecnologica delle Unità speciali di continuità assistenziale (USCA) con l’acquisto di 52 ecografi portatili da distribuire nei territori dell’Ausl Toscana Centro. Questa importante fornitura è stata possibile grazie a un contributo liberale disposto dalla Banca d’Italia a favore della regione Toscana che è stato messo a disposizione a seguito del protrarsi dell’eccezionale stato di crisi determinato dall’epidemia da covid 19. Per l’acquisto dei 52 ecografi l’investimento è stato di circa 300 mila euro.

Tali apparecchiature sono facilmente trasportabili ed estremamente maneggevoli, perché sono di fatto costituiti da una sonda ecografica che si interfaccia con un tablet. La possibilità di funzionamento della sonda in modalità sia lineare sia convex, insieme agli specifici moduli software di cui è dotato il sistema e all’interfaccia utente intuitiva, consentono l’esecuzione a domicilio di esami toraco-polmonari, finalizzati alla valutazione del polmone, e di esami addominali.

Le specifiche caratteristiche di tale dotazione tecnologica permettono ai team delle Usca di potenziare la propria attività durante il trattamento domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19 o sospetti tali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.