Un anno di notizie In Diretta: le più lette del 2020

Con il menu a tendina in alto a sinistra della home page di www.ilcuoioindiretta.it è facile cliccare su un argomento o su un singolo comune e trovare un giornale tutto nuovo

La notizia più letta dell’anno è tra le più tristi che abbiamo dato: la morte di Chiara, a soli 35 anni (qui), è stata letta più di 50mila volte, 10mila letture in più del capriolo sbranato a San Miniato Basso (qui), che ha raccolto comunque un più che notevole interesse. Più di 29mila volte è stato letto l’articolo sull’incidente in FiPiLi nel quale è morto un uomo di 72 anni (qui).

Appena sotto il podio, sono ben due gli articoli che vi aggiornano, quotidianamente ormai da mesi, sui contagi da coronavirus che hanno registrato 25mila letture ciascuno. Poco sotto, letta da 20mila persone, c’è la vicenda della “casa chiusa” sotto indagine dal vecchio sito a Santa Maria a Monte e poi trasferitasi a San Miniato (qui). Tra gli articoli che hanno largamente superato le 18mila letture ci sono i consigli di Enel Energia contro le truffe (qui) e un compleanno della rubrica auguri (qui). Volendosi fermare ai primi 10, con oltre 16mila letture, c’è l’ordinanza con cui l’ormai ex presidente della Regione Toscana Enrico Rossi riapriva il Distretto dopo il lockdown (qui).

Non solo cronaca insomma, ma anche approfondimenti e buone notizie tra le più seguite, segno che i gusti dei lettori sono variegati e il nostro impegno deve continuare a essere di soddisfarli tutti.

Nella classifica delle pagine più lette però, posto d’onore lo hanno quelle interne riferite ai singoli comuni: grazie alla nuova grafica e alla nuova struttura del sito (qui) infatti, la navigazione “on demand” è facilitata. Con il menu a tendina in alto a sinistra della home page di www.ilcuoioindiretta.it è facile cliccare su un argomento o su un singolo comune e trovare un giornale tutto nuovo, che seleziona solo le notizie che ci interessano. E quelle del proprio comune, nel 2020, sono state le vostre preferite: prima Santa Croce sull’Arno, poi San Miniato e Castelfranco di Sotto, volendo fare il classico podio. A seguire, Fucecchio, Santa Maria a Monte e Montopoli Valdarno anche se non mancano molti lettori che, come ci dicono le statistiche, entrano dalla Valdera e dall’Empolese Valdelsa per aggiornarsi sulle notizie di rilevanza più ampia, cosa che il nostro giornale garantisce dal principio, grazie alla sezione dedicata alla province.

Un inciso lo merita la geolocalizzazione dei nostri lettori: se gran parte sono ovviamente della zona a cavallo tra le province di Pisa e Firenze, una buona quota arriva dal resto d’Italia e del mondo. Un’Italia che, nei nostri dati certificati, è davvero migrata nel mondo: ogni giorno registriamo letture da tutta Europa, fino ai Paesi della penisola scandinava ma anche da molto più lontano: dal Sud Africa, dal nord America, dalla Cina e dall’India, forse per informarsi su quello è uno dei distretti conciari più rilevanti o magari per essere aggiornati su quello che succede nel proprio paese d’origine.

Insomma, stando ai numeri, raccontare un territorio è necessario a chi lo vive, ma anche a chi se lo porta nel cuore, così che, da qualsiasi parte del mondo sia, può sentirsi un po’ a casa. Mai come in questo periodo di pandemia infatti, abbiamo sperimentato quanto ci si possa sentire vicini anche da lontano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.