Rivoluzione verde a Castelfranco: alberi e piste ciclabili per collegare tutto il centro storico foto

Il piano del Comune da 400mila euro per ottenere i fondi del bando regionale

Piccola rivoluzione verde in strade e piazze di Castelfranco, oggetto di un piano presentato dal comune per partecipare al bando regionale contro le emissioni in ambito urbano.

Circa 400mila euro che il comune proverà ad accaparrarsi attraverso un progetto che vuole portare nuovi alberature e piste ciclabili nel centro storico del capoluogo. Castelfranco verde & ciclabile, questo il nome del piano, in caso di finanziamento, prevederà due interventi di forestazione “pura” che incrementeranno la dotazione di verde nel capoluogo comunale in due aree strategiche ai margini est e ovest del centro abitato, e un intervento integrato di mobilità e forestazione, nel cuore del centro urbano, finalizzato a migliorare sia la dotazione del verde sia la mobilità dolce a due ruote.

Fra le proposte, anche la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo via Canova, inserita in un importante progetto di ciclabilità urbana che doterà Castelfranco di un sistema di mobilità dolce integrato in grado di collegare il centro storico, l’area commerciale di viale Italia, piazza Lelio Basso, la zona di piazza Giuseppe Mazzini (con le scuole e il palazzetto sportivo), i margini dell’Arno, i giardini di viale Vigesimo e la ciclopista dell’Arno. Proprio alcuni tratti di questo percorso saranno poi oggetto di nuove alberature secondo la logica dell’aumento del verde urbano al fine di abbattere le emissioni, come le nuove aiuole e i nuovi alberi previsti in piazza Lelio Basso (di fronte al ristorante Remo) e l’allargamento del manto erboso in Piazza Mazzini, dove l’area a verde sostituirà il marciapiede che circonda attualmente la piazza. Parte degli interventi sara poi dedicato alla parziale e progressiva sostituzione di alcune delle piante già presenti in molte aree verdi, in particolare i pini. Nuovi alberi invece lungo un gran tratto di via de’ Barrocciai, nella zona a confine con Santa Croce.

“Un progetto importante con il quale Castelfranco cerca di rispondere al meglio alla necessità di pensare ad una città dal futuro più verde e più sostenibile” dice il sindaco Gabriele Toti. Non è presente nel progetto, invece, la più nota e centrale area verde del capoluogo, piazza Garibaldi, per la quale i piani dell’amministrazione comunale sono attualmente diversi. “Come già annunciato in altre occasioni – spiega il primo cittadino. – per il ‘piazzone’ sarà avviata appena possibile uno specifico concorso di idee”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.