Cittadella Galileiana, 2 milioni e mezzo in arrivo nella prossima variazione di bilancio

Una mozione approvata in consiglio regionale impegna la giunta

Il consiglio regionale della Toscana ha approvato all’unanimità una mozione a firma Irene Galletti (M5s) e Lucia De Robertis (Pd) in merito al mancato stanziamento di 2,5milioni di euro al Comune di Pisa derivanti dalla vendita delle quote di Sat. L’atto di indirizzo, inizialmente presentato dal Movimento 5 stelle, accoglie le integrazioni introdotte dal Partito democratico ed è stato successivamente sottoscritto anche dal consigliere Diego Petrucci (Fratelli d’Italia).

“Abbiamo accettato – ha detto in aula Galletti – le precisazioni del Partito democratico, è arrivato il momento che la città di Pisa, in particolare la cittadella Galileiana, riceva quanto promesso da Enrico Rossi quando furono vendute le quote dell’allora Sat”. Si tratta di uno stanziamento, ha ricordato la capogruppo del Movimento 5 stelle, “previsto nella passata legislatura, che era stato addirittura chiesto dall’attuale presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo, che già nel 2013, quando giovane imprenditore del settore medicale, auspicava la creazione della cittadella galileiana”.

La presidente De Robertis ha spiegato che i 2milioni e mezzo avevano preso altra direzione, “ma possono essere recuperati. È un debito che doveva essere saldato con la città di Pisa”.

Il consigliere Diego Petrucci (Fratelli d’Italia) si dice “molto felice se questa mozione verrà ora approvata e soprattutto messa in atto dalla giunta regionale. Se la maggioranza vorrà correggere il tiro rispetto a quanto accaduto nella passata legislatura, ne saremo felici: il cambio di governo della città di Pisa doveva aver cambiato la destinazione di quella somma, dopo il passaggio al centrodestra. Mi auguro che una volta votata la mozione, seguano i fatti”.

“Le promesse vanno mantenute per quanto possibile – ha dichiarato Lucia De Robertis – anche perché contrariamente a quanto afferma il consigliere Petrucci, noi siamo abituati ad amministrare i cittadini, non solo i nostri elettori”. Le modifiche introdotte, ricorda ancora la consigliera del Partito democratico, “impegnano il presidente a trovare le risorse nella prossima variazione di bilancio”.

“E’ un fatto politicamente significativo – per il presidente del consiglio regionale Mazzeo – che il consiglio regionale abbia approvato all’unanimità la mozione sia nel metodo perché sullo sviluppo di questa parte della città il consenso è largo e anche grazie al lavoro di confronto realizzato dal gruppo Pd l’aula s’è mostrata unita, sia ovviamente nel merito perché rappresenta una spinta per il sostegno concreto a questo processo di rinascita urbanistica. Si tratta di un documento politico, ma che ha un significato molto puntuale nel momento in cui impegna la giunta e il presidente della Regione a prevedere nella prossima variazione di bilancio utile, così recita il testo, lo stanziamento dei 2,5 milioni di euro per il completamento del progetto della Cittadella Galileiana”.

“Penso che anche in questo caso – conclude Mazzeo – il consiglio regionale abbia dato prova di quanto possa essere utile un confronto costruttivo con le comunità locali e delle potenzialità che ha una assemblea in cui siedono i rappresentanti dei vari territori regionali per far emergere questioni e trovare soluzioni in un rapporto costruttivo con l’esecutivo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.