Giorno della Memoria, Fucecchio nell’anagrafe antifascista

Si avvicina il Giorno della Memoria e, pur nel rispetto delle disposizioni sanitarie, si preparano come ogni anno una serie di iniziative per non dimenticare, neppure il tributo di vittime pagato anche da Fucecchio con l’Eccidio del Padule.

Quest’anno il Comune di Fucecchio ha deciso di fare qualcosa di più: l’amministrazione comunale è stata iscritta all’anagrafe antifascista, una comunità virtuale aperta a tutti coloro che si riconoscono nei principi enunciati sulla “Carta di Stazzema” e che si oppongono con fermezza ai simboli, i gesti e le ideologie inneggianti alla dittatura fascista che negli ultimi anni si stanno pericolosamente riaffacciando. E proprio l’anagrafe antifascista ha promosso una raccolta firma legata al progetto di legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti al fascismo e al nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, a cui anche il Comune ha aderito.

“Siamo impegnati da sempre sul tema della memoria – commenta il sindaco Alessio Spinelli – e stiamo lavorando su più progetti che prevedono la partecipazione dei tanti comuni che ne sono stati coinvolti, sia in Toscana che nel resto d’Italia. I valori dell’antifascismo, su cui è basata la nostra costituzione, devono essere un punto di riferimento costante per non dimenticare e per far capire alle future generazioni gli errori del nostro recente passato, in modo da non doverli commettere di nuovo in futuro. In questa iniziativa non ci sono distinzioni politiche, non ci sono destra o sinistra, si tratta semplicemente di stare dalla parte della democrazia contro i simboli di una dittatura che portò terrore e morte. Quindi invito tutti i cittadini a venire in Comune per apporre la propria firma”.

“Accolgo con un plauso – aggiunge il sindaco di Stazzema Maurizio Verona – l’iscrizione del Comune di Fucecchio all’anagrafe antifascista. Adesso insieme ci attende questa nuova sfida: raccogliere 50mila firme per sostenere il progetto di legge di iniziativa popolare. Mi auguro che la Toscana faccia la parte del leone. Con Fucecchio parliamo la stessa lingua sul tema dei valori della pace e della memoria storica, ci siamo incontrati tante volte con il sindaco Alessio Spinelli e mi fa molto piacere che lui si spenda per sostenere questa iniziativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.