Fucecchio, luci accese in centro per i saldi: la luminaria per aiutare i commercianti

L'assessore Russoniello: "Un'iniziativa a sostegno di uno dei settori più colpiti dal Covid”

Un centro più accogliente e più bello grazie alle luci che accompagneranno cittadini e visitatori in occasione dei tradizionali saldi di inizio anno al via sabato 29 gennaio. Da domani sera, infatti, il comune di Fucecchio accenderà una luminaria nelle vie dello shopping per creare un’atmosfera ancor più piacevole per le persone che si avvicineranno alle vetrine passeggiando tra piazza Montanelli, corso Matteotti e le strade limitrofe.

“La volontà dell’amministrazione comunale – spiega l’assessore allo sviluppo economico Valentina Russoniello – è quella di supportare i commercianti, una delle categorie più colpite dalle misure di contrasto alla pandemia. Con tutte le precauzioni del caso e nel pieno rispetto delle normative, i negozi sono tornati ad accogliere i clienti e quindi ci auguriamo che questo periodo di saldi porti benefici significativi. Il commercio locale ha subito un grande contraccolpo in questi dodici mesi di pandemia e quindi abbiamo ritenuto di dover dedicare tutte le attenzioni possibili a questo settore. Mi auguro che le luminarie rappresentino anche un motivo in più per frequentare il nostro centro. L’amministrazione comunale rinnova il ringraziamento per la piena disponibilità e spirito di collaborazione di questi mesi da parte delle associazioni di categoria, del Centro Commerciale Naturale e di tutti i commercianti”.

Molte sono state le iniziative del comune di Fucecchio per supportare il commercio in questa difficile fase. “Abbiamo intrapreso tutte le iniziative possibili – prosegue Russoniello – sia in materia fiscale che di supporto alla promozione delle attività locali. Abbiamo anche invitato i proprietari dei fondi commerciali, e lo facciamo di nuovo, a valutare la possibilità di ridurre i canoni di affitto tenendo conto delle difficoltà a cui sono andati incontro i commercianti. Ogni attività è vitale per la nostra città e per questo, facendo noi per primi quanto richiesto ai proprietari degli altri fondi, siamo intervenuti direttamente su coloro che svolgono la propria attività nei locali di proprietà comunale: è il caso della Limonaia Music Club, attività strategica che negli ultimi decenni ha portato la nostra città al centro delle scene discografiche, offrendo concerti live di elevata qualità. In questi mesi, in base ai vari dpcm, ha subito la chiusura obbligatoria ma nel periodo di apertura è stata un modello nell’applicazione delle varie normative anti-covid gestendo in modo ineccepibile la situazione, come del resto hanno fatto tutti gli esercizi commerciali della nostra città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.