Un nuovo sentiero tra il Monte Pisano e l’oasi del Bottaccio foto

Un itinerario per promuovere le bellezze naturalistiche

Si chiama 140B il nuovo sentiero di collegamento tra la rete sentieristica del Monte Pisano, la Riserva Naturale Bosco di Tanali e l’Oasi Bosco del Bottaccio.

Un percorso tutto nuovo in uno dei principali siti di interesse naturalistico della Toscana, nato dalla volontà di rafforzare l’aspetto turistico-ambientale delle aree protette e il collegamento tra le suddette zone.

Il progetto è stato realizzato dal Comune di Bientina insieme a Regione Toscana, Comune di Buti e Comune di Capannori, mentre l’individuazione del percorso è stata resa possibile grazie all’importante lavoro di Legambiente Valdera e del Club Alpini Italiani di Pisa e Pontedera.

Il sentiero, già accessibile, doveva essere “inaugurato” ufficialmente lo scorso 31 ottobre, ma l’emergenza sanitaria ha reso impossibile la realizzazione e il recupero dell’evento.

Così gli assessori e le assessore dei Comuni, insieme ai rappresentanti delle associazioni coinvolte, hanno deciso di incontrarsi all’ingresso del nuovo percorso a Caccialupi per una passeggiata e per la sua presentazione.

Hanno partecipato l’assessora all’ambiente del Comune di Bientina Desire Niccoli, il vicesindaco del Comune di Buti Maurizio Matteoli, l’assessora al turismo del Comune di Capannori Lucia Micheli, l’Assessore all’ambiente del Comune di Capannori Giordano del Chiaro.

Per le associazioni, erano presenti Giovanni Mauro del Club Alpini Italiani di Pisa e Pontedera e Luciano Carlotti di Legambiente Valdera.

“Questo nuovo sentiero di collegamento tra la Riserva Naturale Bosco di Tanali, l’oasi Bosco del Bottaccio e il Monte Pisano va ad implementare la già vasta rete sentieristica del nostro territorio che si sviluppa per complessivi 200 chilometri sia nella zona sud che nella zona nord – dichiarano gli assessori all’ambiente e al turismo del Comune di Capannori, Giordano Del Chiaro e Lucia Micheli -. Un nuovo percorso immerso nel verde che collega il territorio di Capannori con quello di Bientina e di Buti a disposizione di tutti i cittadini che attraversa un’area di pregio naturalistico e va a valorizzare ulteriormente il nostro territorio dal punto di vista ambientale e turistico. Sviluppare il turismo lento e sostenibile è infatti uno degli obiettivi della nostra amministrazione, viste le caratteristiche del nostro territorio ricco di aree verdi. Una scelta che si rivela vincente anche alla luce della ripresa del turismo post Covid che necessariamente sarà diverso, e certamente più ‘green’, più legato quindi ai sentieri, ai cammini e alla natura”.

“Un nuovo sentiero che ci conduce dalle aree umide di Tanali fino alle alture del Monte Pisano aprendoci la vista sull’intero Padule di Bientina – dichiara Desire Niccoli, assessora all’ambiente del Comune di Bientina -. Un paesaggio ed una camminata imperdibile che sono lieta di mettere a disposizione dei cittadini del nostro territorio, soprattutto in questo momento storico dove l’ambiente rappresenta una delle poche opportunità  di svago e spensieratezza che possiamo permetterci”.

“La rete dei sentieri del Monte Pisano si arricchisce con questa importante congiunzione con i sentieri delle Cerbaie che arrivano fino alla Via Fracigena – afferma Luca Andreini, assessore all’ambiente del Comune di Buti-. Sentiero che è nato dalla costanza dell’assessore Niccoli, la sinergia del Cai, Legambiente e Regione Toscana insieme ai comuni del Monte Pisano, sentiero che ora è novità  e che fra qualche anno sarà  un consueto passaggio di tanti sportivi. Una opportunità  per lo sviluppo turistico sportivo che, sono convinto, sarà  chiave essenziale per una ripartenza economica dopo questi anni difficili. La politica deve andare veloce quando, come ora, il mondo rallenta per far si che quando tutti potremo ripartire, lo faremo con più forza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.