Quantcast

Amici per la Pelle, edizione rinnovata per la pandemia

Con incontri on line e opere basate sulle sensazioni di questo anno difficile

Con una modalità un po’ diversa, è ripartito il progetto didattico Amici per la Pelle, quest’anno in un’edizione rinnovata nel rispetto delle cautele connesse alla pandemia del covid 19. Saranno circa 250 gli studenti collegati in diretta in videoconferenza dalle scuole medie di Santa Croce sull’Arno, Fucecchio, Castelfranco di Sotto, Ponte a Egola e Santa Maria a Monte.

Amici per la Pelle, nato nel 2010 da un’idea del Gruppo Giovani Conciatori del distretto toscano in collaborazione con le amministrazioni del territorio, poi esteso da Unic anche agli altri distretti conciari italiani, è finalizzato a spiegare a giovani studenti di classi seconde medie il patrimonio di risorse connesso all’industria conciaria.

La tradizionale presentazione del progetto, che avveniva nelle singole scuole del distretto, è stata sostituita quest’anno da due incontri on line, il primo si è svolto martedì 2 febbraio, con docenti e studenti che da subito hanno manifestato grande interesse per l’evento. Nell’ambito di Amici per la Pelle gli studenti sono chiamati a realizzare lavori in pelle ispirati ad un tema specifico, che in quest’edizione è legato alle sensazioni vissute dai ragazzi nell’ultimo anno, che gli studenti dovranno descrivere realizzando tatuaggi su cuoio messo a disposizione, col supporto di Associazione Conciatori e Consorzio Conciatori di Ponte a Egola, da aziende conciarie del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.