Quantcast

Torna alla luce il Rio Pratuccio: affidati i lavori per demolire i tratti tombati

A breve partirà la rimozione: ci vorranno circa tre mesi

Inizieranno a breve i lavori per la rimozione della tombatura del rio Pratuccio, a San Donato di San Miniato. Lavori attesi da anni e sollecitati più volte dai cittadini che dovrebbero risolvere tutti i problemi idraulici della frazione. Dopo le operazione di ripulitura in preparazione dell’intervento, sono stati aggiudicati i lavori da 60mila euro, pagati grazie al contributo della Regione Toscana.

Le criticità sono ormai note: con le piogge intense i tratti tombati del rio ostacolano il naturale corso dell’acqua e il deflusso risulta molto difficile. Questo ha causato diversi allagamenti a San Donato e la manutenzione ordinaria del Consorzio non è più sufficiente a ripristinare il corretto scorrimento del Rio.

Così arriva al suo epilogo un iter lungo, costruito insieme ai cittadini, che ha portato a individuare alcuni tratti del rio su cui presto la ditta incaricata interverrà: l’area vicina all’interporto e alle abitazioni, la parte terminale del corso d’acqua e a monte della cataratta sull’argine sinistro dell’Arno, tratto completamente tombato e con molti dissesti del corpo in muratura, probabilmente responsabili dell’intasamento e dell’interruzione del corso. Si attende che la stagione migliori per far partire i lavori, che, una volta iniziati dureranno circa mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.