Quantcast

Tamponi alle scuole medie per “bloccare” gli asintomatici: l’idea di Santa Maria a Monte

"Complessivamente abbiamo 79 casi e tra questi 21 sono ragazzi con età inferiore ai 14 anni"

“In via del tutto precauzionale e preventiva abbiamo concordato di valutare insieme al dipartimento di Igiene della Valdera e in accordo con la dirigenza scolastica, un’azione mirata sulla popolazione scolastica del nostro comune. E’ stato richiesto di valutare la possibilità di effettuare tamponi sulla popolazione scolastica delle scuole medie così da avere un quadro completo su un campione della popolazione che afferisce a tutto il territorio comunale”. Il comune di Santa Maria a Monte, lo spiega così la sindaco Ilaria Parrella, sta valutando la possibilità di fare tamponi a tappeto sui ragazzi che frequentano le scuole medie.

“Per maggiore completezza – spiega ancora – sarebbe opportuno effettuare lo stesso trattamento anche agli altri due plessi scolastici inseriti nello stesso edificio includendo anche insegnati e personale scolastico. In questa maniera, grazie allo sforzo e alla collaborazione di tutti, avremmo un quadro completo che ci permetterà in tempi rapidi di individuare eventuali casi positivi asintomatici tra i ragazzi evitando che i contagi si possano diffondere tra i familiari. In questo modo potremmo contenere i contagi sul nostro comune”.

La mobilità a Santa Maria a Monte è alta, tanto da indurre l’amministrazione comunale a fare una valutazione comprensoriale e non solo comunale dei contagi. “E’ notizia di ieri l’aumento dell’incidenza dei casi nell’area Empolese Valdelsa tanto da far pensare all’eventuale entrata di tale area nella zona rossa e anche i numeri del comprensorio del cuoio e nei comuni della Valdera vicini al nostro sono in aumento. Santa Maria a Monte geograficamente è ubicata al centro di queste aree e per la maggior parte dei cittadini svolgono attività lavorative o di studio al fuori del territorio comunale, muovendosi in queste arre limitrofe”.

Poi la scelta di concentrarsi nella scuola, luogo di passaggio per gran parte delle famiglie. “Negli ultimi 7 giorni i casi comunicati sono 37. Complessivamente abbiamo 79 casi e tra questi 21 sono ragazzi con età inferiore ai 14 anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.