Quantcast

I pagamenti diventano digitali a Castelfranco, con Spid e Carta nazionale dei servizi

Le novità della pubblica amministrazione

Dal primo marzo 2021 le pubbliche amministrazioni non possono più rilasciare credenziali semplici (utente/ password) per accedere ai servizi erogati via web. Il comune di Castelfranco, che già da alcuni anni ha operativi diversi servizi digitali, si è adeguato alla norma vigente.

Il portale polifunzionale dedicato ai servizi online (disponibile sul sito istituzionale dell’ente www.comune.castelfranco.pi.it) permette di accedere a quattro diverse aree: lo Sportello unico edilizia (SUE), i servizi demografici, i servizi tributari e i servizi scolastici. L’accesso ai vari servizi disponibili deve avvenire tramite Spid o Cns (Carta nazionale dei servizi). Le credenziali semplici già rilasciate restano per ora valide fino a settembre 2021 ma, per quanto riguarda i servizi erogati dal comune di Castelfranco, possono essere utilizzate solo per i servizi scolastici.

Spid è il sistema di accesso che consente di utilizzare, con un’identità digitale unica, i servizi online della pubblica amministrazione e dei privati accreditati. Cns è la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), una smart card per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione su tutto il territorio nazionale. La Cns oltre ai servizi sanitari normalmente offerti dalla tessera sanitaria permette l’accesso ai servizi in rete offerti dalla pubblica amministrazione in assoluta sicurezza e nel rispetto della privacy. Per usare la tessera sanitaria come Cns ed accedere ai servizi pubblici on-line, è necessaria l’attivazione presso uno degli sportelli abilitati presso la propria regione di appartenenza.

Lo sportello telematico polifunzionale attivato dal comune di Castelfranco di Sotto è un canale facile e veloce tramite cui presentare pratiche online, riducendo i tempi di attesa e migliorando il lavoro degli uffici comunali.
Attraverso questo portale è possibile presentare in forma digitale tutte le pratiche a qualunque ora del giorno, senza recarsi personalmente in Comune. La pratica presentata attraverso lo sportello telematico, infatti, sostituisce completamente quella in formato cartaceo, perché rispetta i dettami del Codice dell’amministrazione digitale.
Lo sportello telematico polifunzionale permette di consultare tutte le informazioni e le norme necessarie per presentare una pratica, di compilare e firmare in modo guidato i moduli digitali e di controllare ogni fase dello stato di avanzamento del procedimento.

“Castelfranco è da sempre all’avanguardia sul fronte delle innovazioni tecnologiche – ha commentato il sindaco, Gabriele Toti -. Ci siamo fatti trovare pronti all’adeguamento alle norme vigenti con cui ci muoviamo sempre più nell’era della digitalizzazione. Un percorso che il nostro Comune ha avviato già da molti anni con attenzione e lungimiranza. Considerate le ultime modifiche alle modalità di accesso ai servizi, riteniamo opportuno che tutti gli utenti si attivino per iscriversi a Spid tramite il sito dedicato del Ministero”.

Oltre ai servizi digitali già operativi, il comune di Castelfranco sta implementando i servizi di pagamento tramite PagoPA. Sono già stati attivati il servizio di bollettazione del nido d’infanzia e del trasporto scolastico. A breve seguiranno i pagamenti delle contravvenzioni, il servizio di mensa scolastica, i servizi cimiteriali e alcuni tributi comunali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.