Quantcast

Nuova rotatoria al Terrafino per alleggerire il traffico da e per Ponte a Elsa

Approvato il progetto di fattibilità per la realizzazione di una rotatoria sulla statale Tosco romagnola

Una nuova rotatoria a servizio della viabilità di Empoli nascerà nella zona industriale del Terrafino e aiuterà il traffico in direzione e in arrivo da Ponte a Elsa. È stato approvato dalla giunta comunale infatti il progetto di fattibilità per la realizzazione di una rotatoria sulla statale Tosco romagnola.

In quel tratto è già presente la rotatoria all’ingresso della zona industriale, all’intersezione con via Primo Maggio. Qualche centinaio di metri dopo, l’intersezione con via del Castelluccio è ancora sprovvisto di ‘rotonda’. Ne sarà costruita una lì, nei pressi del passaggio a livello ferroviario di via del Terrafino.

Come tutte le altre, questa rotatoria aiuterà a snellire la circolazione veicolare, ma soprattutto renderà maggiormente sicuro l’incrocio fungendo da deterrente per la velocità dei veicoli. “Va avanti – sottolinea il vicesindaco Fabio Barsottini – il nostro impegno per rendere più sicure le strade di Empoli. Sono molti gli interventi realizzati e quelli attualmente in corso di progettazione per migliorare la viabilità urbana e renderla più sostenibile. Questa rotatoria ne è un esempio. L’obiettivo è chiaro e giorno dopo giorno lavoriamo per raggiungerlo”.

La nuova infrastrutture andrà ad aggiungersi a una lunga serie di rotatorie realizzate in questi ultimi anni a Empoli. In fase di ultimazione poi la rotatoria in Carraia, all’imbocco della Circonvallazione Sud. Un progetto è pronto anche per un’ennesima rotatoria sulla Statale 67, all’intersezione con via Cherubini, altro punto molto delicato. Per quest’ultimo progetto il Comune di Empoli è riuscito a ottenere anche un finanziamento da 120mila euro dalla Regione Toscana su un costo totale dell’opera di 300mila euro.

Tornando al progetto appena approvato, come in tutti gli altri casi, ma soprattutto in un contesto di strada extraurbana, l’inserimento di una rotatoria lungo la Strada Statale 67 consente di rallentare la velocità di marcia, proprio in un tratto dove è presente un tratto rettilineo di notevole sviluppo. Sarà una “rotatoria compatta”, caratterizzata da un diametro esterno di 36 metri, da un’isola centrale di 19 metri di diametro e dotata di una fascia sormontabile di 2,5 metri di larghezza, per agevolare le manovre dei mezzi pesanti.

Visto che l’ente proprietario della SS 67 è Anas preliminarmente sarà trasmesso il progetto per ottenere il necessario nulla osta. Si tratta di un’opera il cui costo complessivo vede anche qui un investimento di 300mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.