Quantcast

Vaccino, nessuna reazione avversa nell’Asl Toscana nord ovest al lotto AstraZeneca

Le dosi somministrate sono 5mila, quasi 800 a Pisa. Il consiglio dell'Azienda: segnalare ogni sintomo sospetto

Nessuna reazione avversa di rilievo è stata segnalata rispetto alle circa 5mila dosi appartenenti al lotto di AstraZeneca “ABV2856” (ritirato ieri, 11 marzo, da AIFA) utilizzate sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest. Le rassicurazioni arrivano dall’azienda sanitaria, che ha ricostruito anche il numero di dosi somministrate oltre un mese fa nelle singole zone di competenza.

Sono 797 le dosi somministrate nella zona pisana dell’azienda, 738 a Massa Carrara, 207 in Lunigiana, 666 a Lucca, 110 in Valle del Serchio, 497 in alta Val di Cecina e Valdera, 552 a Livorno, 922 nelle Valli etrusche e 811 in Versilia.

Sulla situazione legata al vaccino AstraZeneca alla Asl stanno ovviamente arrivando molte richieste di chiarimento da parte dei cittadini, in particolare tramite il call center aziendale dedicato all’emergenza Covid. L’Azienda sanitaria ha verificato l’avvenuto impiego delle dosi assegnate e l’assenza di notifiche di reazioni avverse gravi.

Il suggerimento, comunque, come per ogni tipo di vaccino, è segnalare ogni reazione avversa, anche per completare il profilo di sicurezza del farmaco. In caso di sintomi sospetti, è infatti possibile fare una segnalazione direttamente al sistema di farmacovigilanza, mentre per ogni problema clinico i cittadini possono sempre far riferimento al proprio medico di famiglia.

In particolare, qualsiasi sospetta reazione avversa, sia che si tratti di reazioni gravi o inattese, sia che si tratti di reazioni non gravi o attese (quindi note e riportate nel foglio illustrativo o nel consenso informato, ad esempio dolore e gonfiore in sede di iniezione, stanchezza, cefalea, dolore muscolare e agli arti, brividi, febbre ecc.) può essere segnalata direttamente online sul sito www.vigifarmaco.it, seguendo la procedura guidata per il cittadino.

Ogni cittadino può inoltre compilare la scheda di segnalazione cartacea reperibile sul sito della Regione o sul sito dell’Aifa. In questo caso la scheda compilata va inviata per mail al responsabile della Farmacovigilanza aziendale all’indirizzo farmacovigilanza@uslnordovest.toscana.it.

È importante da parte del segnalatore specificare: il numero di dose (prima o seconda), il numero di lotto (scritto sul libretto vaccinale, la cui stampa è consegnata dal personale amministrativo al termine della vaccinazione) e l’orario della somministrazione.

Nel caso in cui la reazione avversa si verifichi a seguito della seconda dose è fondamentale inserire informazioni anche della dose precedente quali lotto, data di somministrazione, orario di vaccinazione e se eventualmente ci sono state reazioni alla precedente somministrazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.