Quantcast

“Vera bonifica e controllo costante” per ripulire dagli spacciatori i boschi delle Cerbaie

Il sindaco di Fucecchio scrive al nuovo prefetto di Firenze

Il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli, come già ha avuto modo di fare negli anni passati, è tornato a scrivere al prefetto di Firenze affinché intervenga per garantire la sicurezza delle persone che abitano tra le frazioni di Querce, Pinete, Galleno, Massarella e Torre.

Il problema di spaccio e spacciatori che ormai da quasi un decennio affligge le strade e i boschi delle Cerbaie si è aggravato con la pandemia. Più volte, anche durante i comitati interprovinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica è stato evidenziato come quest’area sia interessata da un’intensa attività criminale che approfitta della vegetazione per nascondersi e attendere l’arrivo dei “clienti” provenienti principalmente dal pistoiese e dalla piana lucchese.

Il Comune di Fucecchio in questi anni, col supporto della polizia municipale e di altri soggetti come Alia Servizi Ambientali, Consorzio Forestale delle Cerbaie e associazioni di cittadini, ha messo in campo tutte le iniziative possibili: dai controlli delle auto all’installazione di videocamere, dallo smantellamento dei bivacchi all’istituzione di una commissione sicurezza, dalla collaborazione con le università di Roma e Padova alla creazione di una figura professionale come il dirigente delegato alla sicurezza urbana che collabora con l’amministrazione comunale oltre, ovviamente, all’azione dei carabinieri. Iniziative e interventi che, però, non risultano mai risolutivi poiché bastano poche ore affinché il problema si ripresenti. Servono, pertanto, interventi e misure molto più drastici ed è questo l’appello che il sindaco Spinelli rivolge al Prefetto.

“Sono ormai 7 anni – spiega il sindaco – che, nel tentativo di risolvere questo problema, ho cercato e chiesto la collaborazione di tutte le istituzioni ma purtroppo non basta. Soltanto una vera bonifica iniziale dell’area e, successivamente, un controllo costante del territorio da parte delle forze dell’ordine, possono allontanare gli spacciatori. Tra l’altro il consiglio comunale di Fucecchio ha approvato all’unanimità la mozione presentata dai consiglieri Francesco Bonfantoni (Partito Democratico) e Simone Testai (Forza Italia) nella quale si chiede di utilizzare, come avveniva in passato, i boschi e i terreni delle Cerbaie per le esercitazioni militari, in quanto la presenza di corpi armati sarebbe senza dubbio un deterrente per la criminalità. Stiamo mettendo in campo tutte le azioni possibili ma da soli non possiamo risolvere il problema. Spero che il nuovo prefetto di Firenze Alessandra Guidi trovi una soluzione che dia una risposta ai nostri appelli e a quelli di cittadini sempre più esasperati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.