Quantcast

Mantenere viva la memoria: una targa per l’infermiera Fabiola

La scritta è una frase di Madre Teresa di Calcutta: "Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno non è vissuto invano"

Una targa per ricordare chi ha messo la sua vita al servizio del prossimo: si terrà sabato (24 aprile) a Fucecchio la cerimonia di commemorazione in ricordo di Fabiola Pratali, l’infermiera domiciliare deceduta prematuramente lo scorso anno a seguito di un incidente (Qui).

Le colleghe, infatti, hanno deciso di dedicarle una targa che possa contribuire a mantenerne viva la memoria, proprio vicino all’ospedale dove per tanti anni ha prestato servizio. A loro si è unita l’amministrazione comunale per ringraziarla del suo operato verso tante famiglie e del lavoro che ha portato avanti con impegno, passione e dedizione.

Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno non è vissuto invano”: è questa frase di Madre Teresa di Calcutta quella che è stata scelta per essere incisa nella targa che ricorderà Fabiola.

A lei sarà dedicato anche un olivo, simbolo di fede, di pace e di forza. La cerimonia si terrà alle 12 in piazza Giovanni II, il luogo in cui l’infermiera si recava quotidianamente per portare la sua competenza e il suo sorriso al servizio dei più fragili. Sarà presente la famiglia di Fabiola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.