Quantcast

Tim porta la fibra ottica ultraveloce a Pontedera: connessione per oltre 10mila abitazioni

L’investimento da 4 milioni di euro

Tim ha avviato a Pontedera un innovativo piano di cablaggio che, con un investimento stimato di circa 4 milioni di euro e in sinergia con l’amministrazione comunale, porta la fibra ottica fino alle abitazioni per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit al secondo. La città, infatti, è stata inserita nel programma nazionale di copertura di FiberCop, la nuova società del Gruppo Tim che ha l’obiettivo di realizzare la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni FTTH (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento ‘aperto’ previsto dal nuovo Codice europeo delle comunicazioni elettroniche.

Gli interventi per la realizzazione della nuova rete sono già iniziati in molte zone della città, in modo da rendere i servizi progressivamente disponibili, con l’obiettivo di collegare oltre 10mila unità immobiliari alla conclusione del piano.

Per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri. Tim opererà in partnership con l’amministrazione comunale per limitare il disagio ai cittadini e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete. Grazie a questo piano, Pontedera sarà dotata di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese grazie alla tecnologia FTTCab, che rende disponibili collegamenti fino a 200 megabit per 11mila 500 unità immobiliari pari al 90 percento delle linee del comune. La nuova rete super-veloce consentirà di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio, a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione, e di assecondare al meglio le esigenze professionali anche legate allo smart working e alla didattica a distanza.

“Sebbene la digitalizzazione – dichiara l’assessora allo sviluppo dell’agenda digitale del comune di Pontedera Sonia Luca – sia solo la seconda delle sei missioni individuate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per ammontare delle risorse, è indubbio che essa rivesta un ruolo primario in quanto capace di travolgere tutti gli ambiti d’intervento e concorrere con essi al raggiungimento degli obiettivi dettati dal Recovery. Per avviare il processo di transizione occorre però partire dall’infrastruttura fisica. Dotare la città di Pontedera di una nuova rete ultraveloce significa creare opportunità in termini di competitività territoriale e sociale, aspetti fondamentali per garantire una ripresa economica effettiva, da un lato, ed il superamento del digital divide, dall’altro. Siamo convinti che la collaborazione tra pubblico e privato sia imprescindibile per agevolare l’infrastrutturazione nel settore delle comunicazioni elettroniche e realizzare servizi digitali all’avanguardia per una città che guarda al futuro.”

“Grazie agli ingenti investimenti fatti da Tim e alla proficua collaborazione con l’amministrazione comunale – ha detto Matteo Pasquali, responsabile Field Operations Line Toscana Ovest di Tim -, Pontedera rientra in un ambizioso progetto che si propone di realizzare su tutto il territorio nazionale una rete interamente in fibra. Si tratta di un’infrastruttura in grado di erogare volumi di traffico sempre maggiori e con una qualità elevatissima che consentirà a Pontedera di fare un passo importante sulla strada dell’innovazione. A beneficiarne saranno le imprese locali che avranno accesso a tutti i servizi digitali necessari allo sviluppo del proprio business e i cittadini per i quali disporre di collegamenti ultraveloci è un aspetto fondamentale per migliorare la qualità della vita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.