Quantcast

Nuovo look per la sede di San Miniato Promozione: sabato l’inaugurazione

I locali restaurati durante lo stop forzato

Sabato sarà una giornata speciale per Fondazione San Miniato Promozione, visto che alle 10,15 verranno inaugurati i locali restaurati dell’ufficio informazioni turistiche, che ha sede in piazza del Popolo 1. Una ristrutturazione portata avanti nei mesi in cui l’ufficio è stato forzatamente chiuso al pubblico e che adesso può essere finalmente svelata e sfruttata grazie al fatto che la Toscana è passata in zona gialla e i turisti stanno iniziando a tornare nella Città della Rocca.

“La ristrutturazione dell’ufficio turistico e il suo adeguamento tecnologico – spiega il presidente di San Miniato Promozione Marzio Gabbanini – non è un vezzo ma la risposta alla necessità di rispondere ai requisiti che la Regione richiede per i cosiddetti ‘IAT’, gli uffici per le informazioni e l’accoglienza turistica. Oltre ad avere determinati orari lungo tutto l’anno e al mettere a disposizione personale formato e che sa aiutare i turisti nelle loro richieste, era necessario intervenire anche sulla sede. Il turista che arriva trova un punto di appoggio nella piazza centrale di San Miniato, di cui il nostro ufficio è uno dei biglietti da visita. Ringrazio Credit Agricole e l’amministrazione comunale per la disponibilità e tutti quei semplici cittadini che a vario titolo ci hanno voluto aiutare”.

All’inaugurazione sarà presente anche il sindaco di San Miniato Simone Giglioli, che spiega: “La Fondazione San Miniato Promozione ha approfittato di un momento di stop forzato del turismo per rifarsi il look. L’ufficio turistico di piazza del Popolo è un servizio essenziale per la città e per tutti i numerosi visitatori che ogni anno vengono a visitare il nostro territorio. Abbiamo deciso di approfittare di un anno in cui la pandemia ha bloccato i flussi per fare interventi importanti e arrivare pronti all’apertura della nuova stagione, offrendo uno spazio rinnovato e ancora più accogliente. In città si iniziano a vedere timidi segnali di movimento, turismo di prossimità e pellegrini che riprendono il cammino lungo la via Francigena, una delle attività che rispetta le norme anti Covid in vigore. Il turismo, insieme al suo indotto, rappresenta la seconda gamba della nostra economia ed è un polmone essenziale per l’impiego di molti addetti che, in questi lunghi mesi, sono state una delle categorie più colpite; ci auguriamo che presto tornino ad affacciarsi in città anche visitatori stranieri, restituendoci quella normalità di cui sentiamo molto il bisogno”.

Monsignor Andrea Migliavacca, vescovo di San Miniato, benedirà i locali restaurati. Saranno presenti – oltre al presidente Gabbanini e al sindaco Giglioli – anche il presidente della Fondazione Cassa di risparmio di San Miniato Antonio Guicciardini Salini e il professore universitario ed ex consigliere di San Miniato Promozione Francesco Dini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.