Quantcast

Nuovo direttore sanitario a Casa Verde: San Miniato saluta Cerrai e accoglie Bartolommei foto

Il cambio dopo anni di servizio nella Fondazione Stella Maris

Il presidio riabilitativo Casa Verde di San Miniato ha un nuovo direttore sanitario che sostituisce Moreno Cerrai, pilastro della Fondazione Stella Maris che dai primi di luglio termina il suo incarico per il meritato riposo. A entrare in servizio in questo importante ruolo è Natalia Bartolommei, proveniente dal servizio di salute mentale dell’Asl Toscana Centro dove ha svolto il ruolo di dirigente medico nell’area Firenze Nord Ovest.

Nata a Fucecchio ma sanminiatese d’adozione, la dottoressa Natalia Bartolommei si è laureata in medicina e chirurgia presso l’Università di Pisa con il massimo dei voti con la tesi “Disturbi d’ansia, depressivi e sintomi negativi in pazienti con schizofrenia: impatto sul funzionamento e utilizzo degli antidepressivi” e poi specializzata in psichiatria sempre con il massimo dei voti presso l’Ateneo pisano.
Oltre ad aver completato il training di perfezionamento in psicoterapia cognitiva-comportamentale alla scuola cognitiva di Firenze, Bartolommei ha conseguito anche il dottorato di ricerca in biochimica e biologia molecolare all’Università di Siena.

Tra le molteplici esperienze professionali Bartolommei annovera l’attività professionale alla Casa di cura San Rossore e la Casa di cura Ville di Nozzano. Dal 2017 ha svolto il ruolo di dirigente medico della Salute mentale adulti nell’ USL Toscana Nord-ovest e successivamente presso l’USL Toscana Centro.

“Innanzitutto, ritengo doveroso il mio ringraziamento al dottor Moreno Cerrai – dice Michela Franceschini, direttore del presidio di San Miniato – per avermi affiancata e sostenuta in questi quasi due anni, durante i quali ha condiviso con me la direzione di Casa Verde e la gestione della pandemia. E poi voglio dare il benvenuto a Natalia Bartolommei, che va a comporre una direzione tutta femminile del Presidio, pronta ad impegnarsi per offrire un servizio di eccellenza come è nella mission della Stella Maris”.

“Tutta la Fondazione Stella Maris – dichiarano Giuliano Maffei e Roberto Cutajar, rispettivamente presidente e direttore generale della Fondazione Stella Maris – saluta con affetto Moreno Cerrai per l’importante contribuito che ha saputo dare all’istituto in oltre 30 anni di attività e accoglie con un caldo benvenuto Natalia Bartolommei a cui va il migliore augurio per un’attività di rilievo a fianco dei più fragili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.