Quantcast

Strade, scuole e associazioni: il bilancio dei lavori pubblici a Santa Croce nell’anno della pandemia

Deidda: “Facciamo il punto per non perdere il conto”. Bocciardi: “Opere per un milione e 700mila euro”

Nell’anno della pandemia non si sono fermati i lavori pubblici a Santa Croce sull’Arno: cantieri aperti e in procinto di aprire, lavori conclusi e manutenzioni previste presentate dalla sindaca Giulia Deidda e dall’assessore ai lavori pubblici Daniele Bocciardi. “Facciamo il punto per non perdere il conto” dice Deidda per dare l’idea delle questioni in ballo: opere per un milione e 700mila euro.

Le opere concluse

Nei primi mesi del 2021 sono arrivate a conclusione diverse opere già avviate precedentemente. Dalle asfaltature (investimento da quasi 350mila euro) alla ristrutturazione di quattro alloggi di proprietà del comune: sono stati messi in sicurezza e adeguati gli impianti per 140mila euro. Conclusi anche i lavori per adeguamento del bagno per disabili e prevenzione incendi alla palestra di Staffoli, per un costo di 55mila euro, mentre per quanto riguarda gli altri immobili comunali si registrano anche 23mila euro per l’ampliamento degli spogliatoi delle donne per la sede della polizia municipale (dovuto alle recenti assunzioni). Al teatro Verdi c’è un nuovo impianto di trattamento aria con ventilazione dall’esterno, in modo da permettere la riapertura della struttura secondo le norme anti-Covid: questo vale 65mila euro. Infine, l’investimento da 60mila euro al palazzetto dello sport: sono stati eseguiti lavori di abbattimento delle barriere architettoniche e realizzati un nuovo accesso esterno e l’adeguamento di tre bagni per disabili.

Le opere avviate

Per quanto riguarda, invece, i cantieri ancora aperti in ballo c’è la riqualificazione di piazza Garibaldi e via Turi, su cui sono stati investiti 120mila euro. L’intervento prevede un nuovo look per una delle piazze centrali del centro storico, dove verranno messi nuovi arredi e nuovi alberi. Sono previsti anche centomila euro per la Casa delle associazioni e nuovi asfalti sul “braccetto” e sulla rampa piazza Ferrari per circa 110mila euro. Infine, l’ultima opera riguarda la palestra delle scuole medie. Verranno spesi 43mila euro per effettuare dei lavori di sostituzione caldaie (nel rispetto delle regole anti-Covid). È poi prevista una nuova tinteggiatura.

Le progettazioni “cantierabili”, ovvero quelle affidate fino al livello esecutivo, sono tre: per la strada di collegamento via Meucci/via Gozzini è stato stanziato un investimento iniziale di 20mila euro. Il costo totale dell’opera è di circa un milione e 100mila euro. In questo anno si prevede di completare gli espropri e di iniziare il primo stralcio. La fine dei lavori è prevista per il 2022. C’è anche la riqualificazione del centro Maricò che prevede un investimento di 29mila euro. L’importo totale per i lavori di riqualificazione (già finanziati) è di 205mila euro. Alle scuole Pascoli l’investimento previsto per la primavera 2021 è di 19mila euro. Il totale dei lavori per il risanamento del tetto e del contro soffitto è di 300mila euro.

A queste progettazioni vanno aggiunte quelle fatte come partecipazioni ai bandi regionali, che sono due. Una, che verrà finanziata, riguarda il progetto di forestazione urbana (200mila euro). Un’altra, non finanziata ma rientrata nel parco-progetti della regione Toscana, riguarda “Pinqua”, un piano di rigenerazione urbana da 7 milioni di euro presentato insieme al comune di Castelfranco di Sotto.

Continua il piano delle manutenzioni su strade, segnaletica orizzontale e verticale, taglio alberi ed erba. “Queste 21 voci che elenchiamo – secondo l’assessore ai lavori pubblici Daniele Bocciardi – hanno un valore complessivo di oltre un milione e settecentomila euro, anzi, molto di più se si contano i progetti complessivi e anche il Pinqua, per il momento non finanziato. Un investimento sostanzioso, che avrà effetti sul decoro, sull’associazionismo, sulla socialità, sui diritti, sull’ambiente e quindi, in generale, sulla qualità della vita e della quotidianità santacrocese.Qualcuno ha provato a criticare la scelta dei tempi, sostenendo che in piena pandemia non si dovrebbero aprire dei cantieri per non ostacolare le riaperture. Francamente, mi pare una critica criticabile. È sempre il momento giusto per migliorare la qualità urbana di qualsiasi territorio, anche nell’interesse delle imprese, dei negozi e dei professionisti”

“Facciamo il punto per non perdere il conto – dichiara la sindaca Giulia Deidda presentando questo riepilogo – Finalmente stiamo completando un lavoro di riqualificazione del nostro centro storico, con piazza Garibaldi che avrà un volto nuovo e un aspetto coerente con le zone circostanti. E poi adeguiamo i nostri spazi pubblici per poterli riaprire alla luce delle nuove norme anti-Covid. Perdere l’occasione di riaprire il nostro teatro comunale perché non siamo a norma con la prevenzione sarebbe gravissimo. Investiamo sulle scuole e su Maricò, ma anche sulle palestre pubbliche, per le nostre concittadine e concittadini più giovani. Investiamo sugli immobili di nostra proprietà, perché il diritto alla casa è sempre stata una nostra priorità. Investiamo sulle strade e sulla manutenzione del verde, perché su questo dobbiamo sempre tenere alta l’attenzione”. E conclude: “Come ho avuto modo di dire presentando il bilancio del Comune, non dobbiamo perdere le occasioni di finanziamento dei lavori attraverso bandi regionali o europei. Ne abbiamo vinto uno importantissimo, che riguarda una vera e propria forestazione della zona industriale, per un importo complessivo di 200mila euro. Questa è la strada giusta da percorrere, e la percorreremo con ancora più determinazione, visto che la pandemia ha ridotto le entrate per i comuni e per gli enti locali in generale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.