Quantcast

Post pandemia, il prefetto di Firenze a Empoli per la ripartenza foto

Accolta dal sindaco ha fatto visita ad alcune aziende

Il prefetto di Firenze in visita a Empoli: “Massima collaborazione fra istituzioni e forze dell’ordine per la ripartenza”

Alessandra Guidi e il sindaco Brenda Barnini chiedono la collaborazione dei cittadini in vista delle riaperture. Tour alle aziende Zignago Vetro e Sesa

Il prefetto di Firenze Alessandra Guidi ha fatto visita oggi, martedì 25 maggio 2021, a Empoli incontrando il sindaco Brenda Barnini.  Ad accoglierla in Municipio una delegazione costituita anche dal presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi, dall’assessore alla sicurezza e alle attività produttive Antonio Ponzo Pellegrini e dalla segretaria generale dell’ente Rita Ciardelli .

Dopo l’incontro in palazzo comunale  la visita è proseguita in due realtà importante del settore industriale ed economico della città: la Zignago Vetro con Leonardo Poli e il Gruppo Sesa con Paola Castellacci.

Il prefetto Guidi ha mostrato grande interesse per il tessuto produttivo locale, complimentandosi per la vocazione produttiva del territorio e la virtuosa sinergia tra istituzioni e realtà imprenditoriali.

Numerosi gli argomenti affrontati in un colloquio proficuo fra sindaco, prefetto e assessore. Su tutti l’emergenza Covid è stato il tema sul quale si è fatto un approfondimento mirato, partendo dai dati aggiornati dell’area empolese si è parlato delle prossime settimane estive in cui il clima più favorevole porterà un maggior numero di persone a uscire e a frequentare i luoghi all’aperto e gli esercizi pubblici, come già sta avvenendo.

“Ho ripreso le mie visite sul territorio dopo l’emergenza Covid – ha spiegato il prefetto Alessandra Guidi –. Mi sembra fondamentale per lavorare bene e sempre con maggior sinergia insieme ai sindaci, cercando di essere al servizio dei cittadini. Le forze dell’ordine stanno operando sempre più in modo integrato anche su questo territorio grazie al numero unico dell’emergenza, una vera e propria svolta che sta dando performance interessanti. Consente di alleggerire le richieste dei cittadini, smistandole efficacemente con un maggior coordinamento degli uomini sul territorio. Siamo in un delicato e forse anche più complicato paradossalmente. Le riaperture e il ritorno a una vita quasi normale rappresentano una sfida forse più difficile rispetto a quella dei mesi scorsi. Parlo dalla prospettiva di chi trova a dover gestire la meritata e auspicata riapertura. Serve la collaborazione dei cittadini.  Lo dico sempre, non potremo mai fare un controllo ‘uomo a uomo’ sui comportamenti dei cittadini. Ma ci siamo e continueremo con rigore a fare in modo che le prescrizioni siano osservate. Ripeto, se in questa fase non ci sarà collaborazione si rischia di fare passi indietro e non ce lo possiamo permettere”.

“Ringrazio la prefetto per questa visita a Empoli. Anche questo – ha sottolineato il sindaco Brenda Barnini – è un segno della ripartenza e della fiducia che dobbiamo coltivare e trasmettere alle nostre comunità. Abbiamo alle spalle dei mesi difficilissimi da ogni punto di vista e siamo anche consapevoli che una parte delle difficoltà invece le abbiamo di fronte. Mi riferisco a quelle di carattere sociale ed economico. Ancora di più ci sarà bisogno un rapporto di collaborazione tra tutte le figure che rappresentano lo Stato. In questi anni da sindaco ho vissuto da vicino e capito quanto sia necessario lo spirito di collaborazione fra le rappresentanze istituzionali e le forze dell’ordine. Adesso siamo pronti alla ripartenza e alla riapertura: abbiamo vissuto con grandissimi dispiacere il lockdown ed è palpabile la voglia di uscire, il riappropriarsi degli spazi pubblici, dello stare insieme e soprattutto tante attività economiche aspettano di tornare a lavorare con costanza. Ci aiuteranno i molti i vaccini che vengono effettuati, ma dovremo comunque continuare a mantenere un atteggiamento responsabile e corretto sia negli spazi pubblici sia in quelli privati.  Serve la collaborazione di tutti i cittadini».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.