Quantcast

I consiglieri regionali portano a scuola la Costituzione per il 2 giugno

Un calendario di appuntamenti negli istituti della Toscana. Il clou venerdì al liceo statale Giosuè Carducci

Coinvolgere direttamente le studentesse e gli studenti che si avviano all’esame di maturità in una riflessione sui valori della nostra Costituzione e dello Statuto della Regione Toscana. Il consiglio regionale ha ristampato insieme i due testi fondamentali in una nuova pubblicazione che sarà distribuita nelle scuole e i consiglieri porteranno personalmente in tanti istituti. Questa l’iniziativa dell’ufficio di presidenza dell’assemblea toscana, che è stata presentata oggi (26 maggio).

Il 2 giugno è la Festa della Repubblica e quest’anno si festeggiano anche i 75 anni dalle prime elezioni a suffragio universale nella storia del nostro Paese. Nel 1946 le donne ottennero, per la prima volta nella storia italiana, il diritto di voto attivo e passivo per il referendum fra monarchia e repubblica e per l’elezione dell’assemblea costituente, che avrebbe scritto la nostra Costituzione. Di qui la decisione di distribuire a tutti i maturandi della Toscana una pubblicazione, in formato cartaceo o digitale, contenente la Costituzione e lo Statuto della Regione Toscana, così da rendere esplicita, anche visivamente, l’importanza e l’estrema attualità dei principi fondamentali della nostra Carta e del nostro Statuto.

“L’obiettivo che mi ha mosso, assieme a tutte le consigliere e i consiglieri regionali, è di poter fornire, a tutti coloro che si apprestano a concludere una fase importante della propria vita, uno strumento da mettere nelle propria ‘cassetta degli attrezzi’ di cittadine e cittadini che li accompagni nella nuova stagione della loro vita – spiega il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo – C’è un legame profondo e indissolubile che tiene insieme la Toscana alla nostra democrazia e allo Stato di diritto costruiti dalla Resistenza, dalla lotta di liberazione dal fascismo e dal nazismo”. Così, la Costituzione e lo Statuto, “testi fondamentali, uno figlio dell’altra, che incarnano valori fondanti, attuali e in parte ancora da attuare, e richiedono l’impegno di tutte le cittadine e tutti i cittadini per far sì che vengano pienamente messi in atto”.

L’appuntamento principale è fissato per venerdì (28 maggio) alle 10, con l’incontro al liceo statale Giosuè Carducci, in via San Zeno, 3, a Pisa, al quale prenderanno parte il presidente Mazzeo, l’assessora regionale Alessandra Nardini, la giudice della Corte Costituzionale, Emanuela Navarretta; il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Ernesto Pellecchia. “Quasi tutti i consiglieri regionali hanno dato la loro disponibilità a partecipare all’iniziativa e recarsi in una scuola della nostra Regione”, spiega ancora Mazzeo.

Sarà possibile seguire l’incontro al liceo Carducci di Pisa in diretta sulla pagina Facebook del Consiglio regionale e sul canale Youtube del portale InToscana.it. Alessandra Nardini si dice “felice di partecipare a questa iniziativa importante e preziosa”, ricorda che “quei valori e quei principi espressi dalla Costituzione restano ancora fondamentali” e che “le donne dovettero lottare e combattere per ottenere il diritto di voto e che quelli conquistati dalle nostre madri e dai nostri padri non sono diritti acquisiti per sempre, ma richiedono di essere difesi insieme al valore delle nostre istituzioni democratiche”.

Il direttore dell’ufficio scolastico regionale Ernesto Pellecchia esprime tutto l’apprezzamento per l’iniziativa del Consiglio regionale e conferma “la massima disponibilità e collaborazione già manifestata dal nostro ufficio”. Nei prossimi giorni, fa sapere, “ci incontreremo con il presidente Mazzeo per definire una programmazione di attività e interventi da rivolgere alle scuole: dalla formazione e sensibilizzazione del personale docente, ad attività, iniziative e progetti che vedano il diretto coinvolgimento degli studenti”.

Il vicepresidente del consiglio regionale, Stefano Scaramelli, che sarà domani ad Abbadia San Salvatore, all’istituto di istruzione superiore Avogadro, ringrazia “il presidente Mazzeo per l’attenzione su questi temi” e ricorda che “la Toscana è stata la prima regione italiana ad avere il coraggio di riaprire le scuole durante la pandemia. Mai come quest’anno è importante il confronto con i ragazzi”.

L’altro vicepresidente Marco Casucci sarà a Cortona il primo giugno con gli alunni dell’istituto tecnico commerciale e del Liceo classico. “La scuola ha sofferto moltissimo in quest’ultimo anno – dice –, sarà anche una festa della ripartenza dopo la pandemia. È bello ripartire uniti, in sinergia con le ammnistrazioni locali, con una iniziativa come questa. Ringrazio Mazzeo per la proposta e la volontà di condivisione”.

Appuntamenti anche nelle altre città della Toscana: chiude il 4 giugno l’appuntamento dei consiglieri regionali Valentina Mercanti e Mario Puppa alle 10 all’agrario di Mutigliano e alle 12 all’istituto tecnico Benedetti di Porcari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.