Quantcast

Rifiuti e rischio incendio: la Regione ripulisce i boschi di Montefalcone e Orentano foto

L’intervento chiesto dal comune di Castelfranco, Toti: “Basta con l’abbandono, più decoro”

Un bosco più pulito significa un bosco più sicuro: lo sanno bene i cittadini delle frazioni di Castelfranco di Sotto. Per questo sono in corso delle azioni di antincendio boschivo, inserite nell’ambito del Piano Aib 2021 della regione Toscana, per la messa in sicurezza del bosco di Montefalcone.

Gli interventi sono stati richiesti dall’amministrazione comunale di Castelfranco di Sotto alla Regione che per le operazioni si avvale degli operai forestali della Comunità Montana Alta Val di Cecina. Le operazioni, oltre a valenza di antincendio boschivo, sono importanti perché prevedono sfalci e la rimozione dei rifiuti presenti in una fascia di 5-6 metri dalla banchina stradale specialmente lungo strada provinciale 34 Castelfranco-Staffoli e la strada vicinale del Macchione a Orentano. Tutti i rifiuti che sono stati trovati coperti dalla fitta vegetazione verranno portati via e avviati a smaltimento dal Comune.

Questo tipo di lavori di sfalci e pulizia si inserisce all’interno delle azioni di decoro forestale e di contrasto all’abbandono dei rifiuti che l’amministrazione comunale porta avanti da tempo con impegno e costanza. “Dopo un incontro con l’assessorato alle politiche forestali della regione Toscana – afferma il sindaco Gabriele Toti – abbiamo richiesto di inserire queste importanti azioni in due zone particolarmente colpite dall’abbandono dei rifiuti. Un intervento svolto analogamente alcuni fa e che abbiamo creduto importante dover ripetere. Crediamo che queste operazioni di sfalcio e pulizia, oltre che fondamentali per prevenire incendi boschivi, siano importanti anche per disincentivare l’abbandono di rifiuti portando maggior decoro”.

“Ringraziamo la Regione e gli operai forestali – dichiara l’assessore all’ambiente, Federico Grossi -. I lavori si stanno svolgendo secondo il cronoprogramma che ci eravamo prefissati e chiunque passi da Montefalcone non può che apprezzare il lavoro svolto. Stiamo intervenendo su una fascia di bosco lungo la strada provinciale extraurbana, lontana dai centri abitati, dove da anni eleviamo sanzioni ed effettuiamo controlli con la polizia municipale anche grazie alle telecamere mobili installate. Continueremo per quanto possibile a fare del nostro meglio in questa direzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.