Quantcast

Fucecchio, maggioranza attacca la Lega: “Garante dei disabili invitato a lasciare l’aula”

Pd e #Orgogliofucecchiese: "Un fatto gravissimo"

“Il Garante dei disabili invitato a lasciare l’aula, ecco l’ultima incredibile uscita del consigliere Pilastri”. Va all’attacco la maggioranza di Fucecchio.

“Non ha diritto di trattenersi in aula. Questo il concetto espresso da Leonardo Pilastri, consigliere comunale della Lega-Salvini, per chiedere l’allontanamento dall’aula (virtuale) del garante per la Disabilità del Comune di Fucecchio, Mariano Gasperini, invitato dal Consiglio a seguito dell’ufficializzazione della sua nomina, perché tutti i consiglieri comunali potessero conoscerlo e salutarlo”, spiegano dalla maggioranza.

“Gasperini, 60 anni, fucecchiese – si aggiunge -, è stato recentemente nominato garante per la disabilità dal sindaco Alessio Spinelli. Collegato da remoto, Gasperini ha tenuto un breve discorso in apertura di seduta, l’11 giugno scorso, presentando sobriamente i suoi anni d’impegno apartitico per i diritti, troppo spesso dimenticati, dei disabili. Appena concluso tale intervento, momento in cui era facile prevedere che tutti i gruppi, come si conviene, avrebbero rivolto un caloroso saluto al loro ospite, Pilastri ne ha chiesto l’allontanamento immediato dal Consiglio, in quanto Gasperini non ne è componente. L’episodio ha immediatamente destato lo stupore e lo sgomento del sindaco, della giunta e di tutti i consiglieri del Pd, di #Orgogliofucecchiese e del M5S e ha provocato il palese imbarazzo di quelli della destra, perché era chiaro che Gasperini si sarebbe trattenuto solamente per i saluti”. Secondo i consiglieri di Pd e #Orgogliofucecchiese, “si tratta di un fatto gravissimo. Un vero e proprio schiaffo personale ad un uomo che si dedica ai diritti dei nostri concittadini con disabilità ed un affronto istituzionale, in quanto Gasperini era collegato in veste di organo interno all’amministrazione comunale di Fucecchio”.

Secondo il capogruppo Pd, Alberto Cafaro, “non si ricorda uno sgarbo simile nella storia del consiglio comunale di Fucecchio, in quanto mai prima alcun consigliere ha mai anche solo pensato di chiedere l’allontanamento di un ospite e Gasperini rappresenta addirittura un organo interno all’amministrazione. E’ necessario che in rappresentanza dei rispettivi gruppi, tutti i capigruppo firmino una lettera indirizzata a Gasperini per esprimergli piena solidarietà e ferma condanna per quanto accaduto. Quanto alla Lega – conclude Cafaro – è opportuno che inizi a prendere le distanze dalle intemperanze e dalle insolenze di Pilastri, che tuttora ne è capogruppo all’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa. E’ questa la classe dirigente che la Lega offre al Paese?”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.