Quantcast

Trasporti, i pendolari del Valdarno: “Dalla Regione nessuna novità”

Delusione per gli investimenti richiesti utili a potenziare la rete

Delusione dei pendolari del Valdarno per l’audizione dell’assessore ai trasporti Stefano Baccelli in merito al contratto di servizio di regione Toscana con Trenitalia di ieri in commissione Ambiente del consiglio regionale.

“L’assessore Baccelli avrebbe parlato del contratto e trasporto ferroviario regionale, ma non ha aggiunto nulla a quanto già noto da tempo sul rinnovo della flotta dei treni – ha detto il portavoce del comitato pendolari Valdarno direttissima, Maurizio Da Re – mentre ci si aspettava qualche notizia, come informazioni sul trasporto ferroviario durante la pandemia, oppure sviluppi sugli investimenti per nuovi ulteriori treni regionali in vista del tanto osannato futuro treno metropolitano fiorentino e acquistabili con le risorse del Recovery Fund, o addirittura si sperava in qualche annuncio su nuovi abbonamenti e biglietti flessibili e adeguati allo smart working di molti pendolari, per limitare il loro ritorno all’uso dell’automobile: nessuna ‘notizia’, a quanto si legge dal comunicato ufficiale della Regione, né dall’assessore e neppure da parte dei consiglieri componenti la commissione regionale”.

Poi, il portavoce dei pendolari del Valdarno ha aggiunto: “L’assessore Baccelli sembra che abbia dimenticato quanto ha ereditato dal suo predecessore Ceccarelli e riguardante i pendolari del Valdarno e dell’aretino: dai nuovi treni ‘speciali’ con 200 chilometri all’ora, adatti a utilizzare la linea Direttissima e previsti entro due anni dal contratto con Trenitalia, ai rapporti con la regione Umbria per soluzioni della difficile gestione dei treni veloci interregionali Foligno”.

“L’unica novità per i pendolari del Valdarno e dell’aretino – conclude amareggiato il portavoce dei pendolari Maurizio Da Re – viene dalla ripresa degli ‘inchini’, con ritardi e soppressioni, dei treni regionali alle Frecce e Italo ma sembra che l’assessore Baccelli e i consiglieri regionali della commissione Ambiente non ne siano a conoscenza e neppure siano interessati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.