Quantcast

Settimana Pride a Montopoli, tre eventi per “promuovere la cultura dell’accoglienza e rispetto reciproco”

Il vicesindaco Vanni: “Le discriminazioni non dovrebbero essere all'ordine del giorno”

Tre appuntamenti dedicati al tema dei diritti che fanno seguito all’adesione del comune di Montopoli alla Rete Ready per combattere le discriminazioni. In occasioni del Pride Week il comune ha organizzato tre eventi in collaborazione con Arci Valdarno, l’associazione La Ruzzola, l’associazione Coming Out e il gruppo informale Pomo di Venere per domenica (20 giugno).

Alle ore 18,30 a Casteldelbosco sarà dipinta con i colori dell’arcobaleno la panchina in piazza Capponi, con la collaborazione degli allievi del corso Ruzzolarte e dell’insegnate Carla Daini. Alle 20,45 sarà la panchina presso lo spazio verde del Circolo Arci Torre Giulia ad essere dipinta dall’artista Muz e gli allievi del corso street-art. Seguirà, alle 21,15, “Salotto di Venerǝ” con la presentazione del gruppo informale Pomo di Venerǝ e con gli interventi dell’assessora regionale Alessandra Nardini, della vicesindaca Linda Vanni e la responsabile regionale Arci diritti civili Maria Chiara Panesi.

“L’iniziativa – spiega la vicesindaca Linda Vanni – nasce grazie alla collaborazione con l’associazione La Ruzzola, che gestisce il nostro centro giovani, e dopo l’adesione del consiglio comunale alla Rete Ready, rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti-discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Chi aderisce alla rete si impegna non solo a contrastare le discriminazioni, ma anche a promuovere una cultura dell’accoglienza e del rispetto reciproco in cui le differenze siano considerate una risorsa da valorizzare e a creare un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. L’affermazione dei diritti di ogni persona costituisce il presupposto per la costruzione di una compiuta anche se le discriminazioni non dovrebbero essere all’ordine del giorno, come invece accade quotidianamente. Per questi motivi abbiamo pensato a questo primo evento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.