Quantcast

Misericordie d’Italia, eletto il nuovo presidente: è Domenico Giani

Le Misericordie Pisane hanno un nuovo membro nel Collegio dei Probiviri, Paolo Sanna

Il nuovo presidente della Misericordie d’Italia è Domanico Giani, già noto per aver guidato per anni la Gendarmeria della Città del Vaticano ed essere stato a capo della sicurezza del Papa. Ottimo risultato per il coordinamento delle Misericordie Pisane, con l’elezione dell’avvocato Paolo Sanna (in foto) nel Collegio dei Probiviri, organo di giurisdizione della Confederazione, con 301 preferenze su 400 votanti. Sanna, oltre ad essere volontario della Misericordia di Lungomonte è anche referente per la formazione dell’associazione delle Misericordie Pisane.

Sono stati eletti lo scorso fine settimana, dopo due giorni di assemblea nazionale per le Misericordie italiane che si sono riunite nei locali della Fondazione Spazio Reale a Campi Bisenzio. A conclusione dei lavori, dopo la Messa celebrata dal Correttore nazionale delle Misericordie monsignor Franco Agostinelli e dell’intervento del presidente della Regione Eugenio Giani è iniziato lo spoglio delle schede.

Il presidente delle Misericordie Pisane, Maurizio Novi, oltre a congratularsi e augurare buon lavoro al nuovo eletto, esprime la propria gratitudine a Luigi Nannipieri, governatore delle Misericordia di Navacchio, per il suo fondamentale contributo apportato anche al servizio della Confederazione Nazionale delle Misericordie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.