Quantcast

Malika dona 5mila euro al Centro Lilith delle Pubbliche assistenze riunite di Empoli e Castelfiorentino

Saranno impiegati nei diversi percorsi che il Centro antiviolenza porta avanti nel sostegno a donne e minori

È di oggi (1 luglio) la donazione di 5mila euro in favore del Centro aiuto donna Lilith delle Pubbliche assistenze riunite di Empoli e Castelfiorentino da parte di Malika, la ragazza che era stata cacciata di casa perché omosessuale e oggi al centro del dibattito per l’acquisto di una Mercedes con i soldi delle raccolte fondi che nacquero in suo favore.

La 22enne di Castelfiorentino dopo aver dichiarato alla famiglia la propria omosessualità, si ritrovò senza un posto dove stare. Una pioggia di aiuti e piccoli pensierini è testimoniata ancora oggi dal pomeriggio di lunedì 12 aprile, quando in molti si presentarono con qualcosa da donare alla sede Binario Donna, lo sportello del Centro Lilith di Castelfiorentino. In quell’occasione, oltre a beni utili e manifestazioni d’affetto come lettere e disegni, furono raccolti dalle donazioni dei cittadini 1365 euro, cifra che fu versata dagli operatori delle Pubbliche assistenze empolesi nella raccolta fondi dedicata a Malika, alla voce ‘Raccolta Binario Donna Castelfiorentino’. I beni materiali furono poi consegnati nella mattina di lunedì 19 aprile nelle stesse mani della giovane, nella sede delle Pubbliche Assistenze di Empoli.

“Il Centro aiuto donna Lilith e le Pubbliche assistenze Riunite di Empoli e Castelfiorentino – dicono dalle due associazioni – non intendono entrare in merito alla discussione che si è creata nelle ultime ore proprio intorno alle raccolte fondi e alla gestione della somma in denaro raggiunta, quasi 140mila euro. Questo perché non spetta alla natura dell’associazione esprimere considerazioni di alcun tipo. Pubbliche Assistenze Riunite, Lilith e i suoi sportelli sono al fianco, come sempre, di chi si trova in difficoltà. Per questo l’associazione ringrazia ancora una volta, come nello scorso aprile, tutte le persone che dimostrarono solidarietà. È importante al giorno d’oggi sottolineare il valore dei bei gesti, quelli che niente hanno in cambio se non la gratificazione che nel proprio piccolo sia stato fatto qualcosa per qualcuno. Questo, e la completa affermazione dei diritti civili sono le uniche cose che sentiamo di poter affermare con forza oggi, riguardo alla vicenda e domani, come pensiero sempre valido. Ringraziamo ancora Malika per la donazione effettuata al Centro Aiuto Donna Lilith: i 5mila euro donati saranno impiegati nei diversi percorsi che il Centro antiviolenza empolese porta avanti nel sostegno a donne e minori vittime di violenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.