Quantcast

Un’estate di lavori nelle scuole di Santa Croce, interventi per quasi 300mila euro

Miglioramento antisismico, infiltrazioni d’acqua e tinteggiature

Dagli interventi più rilevanti sul tetto, alla manutenzione ordinaria: Santa Croce sull’Arno d’estate torna a scuola, ma non per le lezioni. Sono partiti gli interventi di edilizia scolastica previsti per i mesi estivi in vari plessi, approfittando dell’assenza di studenti e docenti all’interno. Tutti i lavori, infatti, saranno ultimati entro l’inizio del nuovo anno scolastico. Il totale per gli interventi straordinari sfiora i 285mila euro, a cui vanno aggiunte le risorse per la manutenzione ordinaria.

L’intervento più impegnativo di questa estate riguarda la scuola primaria Pascoli, dove il cantiere attualmente aperto porterà alla messa in sicurezza di tetto e solaio finalizzati al miglioramento antisismico della struttura intera. L’intervento è stato programmato a seguito della rilevazione di alcune criticità nel solaio del sottotetto. I lavori, avviati il primo luglio, prevedono la demolizione completa del controsoffitto del piano primo, la realizzazione di catene metalliche per cerchiare la copertura e quindi il rifacimento completo del solaio con elementi metallici e tavolame, protetti da pannelli Rei. Il lavoro si completerà con il rifacimento delle canaline esterne e dell’aggetto di gronda. L’importo dei lavori ammonta a 230mila euro.

Anche la scuola d’infanzia Albero Azzurro sarà interessata da opere di manutenzione straordinaria relativamente al tetto per contrastare le infiltrazioni di acque piovane. I lavori prevedono la manutenzione generale della copertura, dei canali di gronda e delle parti in guaina oltre alla realizzazione di nuovi compluvi per la corretta regimazione delle acque, per un importo di circa 30mila euro.

Alle scuole secondarie di primo grado Banti, dopo la conclusione dei lavori di efficientamento energetico, saranno completamente tinteggiate le due palestre, un intervento per cui si prevede una spesa di circa 13mila euro. A questo impegno si aggiungono 11mila 500 euro che occorreranno per la demolizione di una parete divisoria, finalizzata ad unire due aule ed aumentarne la capienza complessiva, in relazione alle norme Covid. I lavori riguarderanno anche e la tinteggiatura della parte della scuola materna Banti in via dei Mille.

Oltre a queste manutenzioni di tipo straordinario l’ufficio ha avviato la revisione periodica di elementi relativi alla sicurezza degli edifici, come la segnaletica, le strisce antiscivolo, le verifiche sui vetri delle finestre. Altro importante impegno è quello della manutenzione delle aree a verde che, soprattutto per le scuole dedicate ai più piccoli, sono aree educative importanti tanto quanto le aule.

Anche quest’anno, confermando una pratica avviata lo scorso anno con l’occasione dei lavori anti-Covid, l’amministrazione ha incontrato il dirigente scolastico Alessandro Imperatrice e il personale docente, nelle figure delle e dei referenti di ogni plesso, al fine di intercettare le maggiori esigenze direttamente da chi la scuola la vive ogni giorno, nell’ottica di migliorare sempre di più un rapporto che da sempre è produttivo nel rispetto delle singole competenze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.