Quantcast

Riccardo Novi eletto presidente provinciale dell’Uneba foto

Il sindacato degli enti gestori di strutture sanitarie, sociosanitarie, sociali e socioeducative di ispirazione cattolica

Si è tenuta oggi alle 10 nella Rsa Villa Santa Caterina del Calambrone l’assemblea provinciale dell’Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza (Uneba) per rinnovare gli organismi di rappresentanza provinciale in attesa del Congresso regionale. L’Uneba è il sindacato degli enti gestori di strutture sanitarie, sociosanitarie, sociali e socioeducative di ispirazione cattolica. Il nuovo presidente provinciale, eletto all’unanimità di tutti i presenti è Riccardo Novi, direttore della Fondazione Madonna del soccorso Onlus nella Diocesi di San Miniato che gestisce l’omonima Rsa di Fauglia, la Rsa Madonna del Rosario di Orentano dove ha sede la direzione, l’asilo nido Pio Pio di Crespina, la scuola d’infanzia e l’asilo nido Sant’Anna di Orentano e altri servizi.

All’assemblea hanno partecipato, oltre ai responsabili dei vari istituti, anche il presidente regionale Uneba Andrea Blandi, Virginia Mancini in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Pisa e Giovanni Benotto arcivescovo di Pisa. Dopo il momento di preghiera comune, saluti delle autorità e il discorso tenuto dall’arcivescovo di Pisa sull’importanza di conservare l’ispirazione cattolica delle istituzioni e l’attenzione costante al servizio della persona umana con una spinta alla formazione costante del personale e della dirigenza, si è passati al momento elettivo.

Il profilo del nuovo presidente, tra l’altro giovanissimo e che ricopre anche l’incarico di presidente del Patto di rete scuole paritarie di ispirazione cattolica ‘Cresciamo insieme’, è di un professionista con esperienza nel settore e un curriculum non indifferente. Diplomato con il massimo dei voti al liceo scientifico Ulisse Dini di Pisa e laureato sempre con il massimo dei voti e lode all’Università di giurisprudenza di Pisa ha conseguito la licenza in Diritto canonico con summa cum laude alla Pontificia Università della Santa Croce a Roma. Presso la capitale ha conseguito anche il diploma in Dottrina sociale della Chiesa presso la Fondazione Centesimus onnus e, tornato a Pisa, ha conseguito anche un secondo diploma in Dirigente di comunità presso l’istituto Santoni.

“Voglio ringraziare tutti i responsabili delle strutture con le quali vi è una stretta e costante collaborazione – ha detto il neopresidente Novi – e che, con grande gioia, all’unanimità hanno voluto che ricoprissi questa carica che è soprattutto un servizio a tutti. Segno di stima e anche collaborazione maturata da tempo. Voglio anche ringraziare le istituzioni e, in particolare, l’arcivescovo di Pisa e il vescovo della diocesi di San Miniato dalla quale provengo e cui sono molto legato, il comune di Pisa che è sempre stato molto vicino alle istanze del nostro mondo, la Asl Toscana Nord Ovest e la Asl Toscana Centro con le quali abbiamo vissuto un rapporto di collaborazione e sostegno in questo momento di pandemia e le stesse Società della salute. Un ringraziamento personale a Rossella Boldrini e Brizzi, a Paolo Del Guerra, a Gianna Gambaccini presidente Sds Zona Pisana ed a Franco Doni direttore della Sds Zona Empolese Valdelsa con la quale siamo in rapporto di costante collaborazione. Lo spirito che segnerà il mandato al vertice dell’Uneba provinciale sarà caratterizzato dalla collaborazione tra tutte le strutture in rete, la collaborazione leale con le istituzioni nell’interesse al servizio della dignità della persona, la forte spinta sulla promozione della formazione e delle competenze interne delle strutture nel pieno rispetto e nella valorizzazione della chiara ispirazione cattolica che caratterizza le nostre opere”.

Mancini in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Pisa e già insegnante di Riccardo Novi ha voluto fare auguri particolari al neoeletto: “Conoscendo personalmente Riccardo Novi e la sua passione – ha detto -, competenza e grande formazione sono sicura che riuscirà bene nel ruolo affidato. Un caloroso abbraccio”.

“Con Novi abbiamo un rapporto molto stretto di collaborazione istituzionale – ha detto Gabriele Toti, sindaco di Castelfranco di Sotto – soprattutto per le strutture che sono gestite in modo molto professionale, qualificato e con un riscontro assai positivo da parte dell’utenza e dell’intera popolazione locale”. Congratulazioni sono pervenute anche dal Sindaco di Fauglia dove la Fondazione ha la sua sede e si dichiara molto soddisfatto per l’elezione di un suo concittadino stimato alla carica di presidente.
Insieme al Presidente, che sarà anche membro del Regionale, è stato eletto anche il Consiglio composto da Francesco Dragonetti, Angelo Boddi della Cooperativa Aliot di Pontedera, Antonella Nassi dell’Impresa sociale Mds, Kiran Lakra, la Fondazione Maffi, Lina Marianelli, Paolo Orsucci ed altri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.